Graziella Provenza: da ventidue anni canta passioni ed emozioni

Ha sempre amato la musica e fin da piccola non esitava a cantare. Il suo carattere riservato, però, non la spingeva a salire sul palco per cantare. Solo a tredici anni sale sul palcoscenico e fa conoscere la sua bella voce. Quella sera di ventidue anni fa per Graziella Provenza non è stata solo la sua prima esibizione pubblica ma anche la sua prima vittoria in una competizione canora. Da quelle prime emozioni sono trascorsi ventidue anni. «Da quel giorno – racconta Graziella Provenza – ho iniziato a fare tantissimi concorsi. Ho cominciato ad avere soddisfazioni e tanti apprezzamenti».

A seguirla in questo suo nuovo impegno musicale sono stati anzitutto i propri genitori. Graziella va in giro e canta in diversi concorsi nazionali. «Esperienze davvero indimenticabili – ci dice – e insieme ai concorsi ho iniziao in estate a fare tante serate musicali. E poi ancora spettacoli, banchetti, matrimoni». Conosce tanti professionisti, stringe amicizia con musicisti con i quali condivide emozioni, «Le mie giornate estive le trascorro in musica tra palchi, locali e sale ricevimento. D’inverno con un po’ più di tempo libero vado alla ricerca di novità musicali e studio con i kefalight, il gruppo musicale di cui faccio parte». Per Graziella Provenza parlare di musica è vivere tante emozioni. «Diciamo che la musica mi ha dato l’opportunità di avere un linguaggio in più per esprimermi, percepire emozioni e sentimenti. Mi ha dato la possibilità di capire la gente e soprattutto di vincere quella mia riservatezza che da piccola mi caratterizzava».

Cefalù città della musica? Per Graziella Provenza non vi sono dubbi. «Cefalù è la mia amata, amo girare posti e località. Ritornare ad esibirmi è sempre un onore e un piacere. Penso che bisognerebbe dare un po più valore a tutti gli artisti cefaludesi. Siamo tanti. Bisognerebbe riunirli prima dell’organizzazione degli eventi. Bisognerebbe riunirli tutti e organizzare serate e spettacoli anche con la loro collaborazione. In questo promuovendo Cefalù e i suoi artisti. Come del resto fanno in molti altri paesi». Ai lettori lancia un messaggio: «Spero di vedervi presto a Cefalù, chissà magari nel periodo natalizio con i Kefalight».