Il Real Cefalù asfalta il Sant’Isidoro nel derby del palermitano

E’ stato un Real Cefalù scoppiettante quello visto in scena al palaConsales di Termini Imerese contro il Sant’Isidoro, società con sede a Bagheria.
La squadra di mister Giampaolo ha sin da subito preso in mano le redini del match ed anche se gli ospiti sono rimasti in partita fino all’ultimo minuto del primo tempo, i normanni hanno dimostrato come l’ambizione al salto di categoria non sia assolutamente campata in aria.
Pronti, via e dopo 11 secondi capitan CIvidini porta in vantaggio i suoi con un bolide dalla media distanza, il Cefalù continua a tenere il possesso palla ma gli ospiti dopo lo choc del gol iniziale si coprono bene e al 7’ trovano addirittura il pareggio con DI Carlo, abile ad insaccare su assist di uno dei due ex della gara, Piazza.
Il Cefalù tuttavia non ci sta e nel giro di un minuto netto si riporta in vantaggio, addirittura di due reti grazie alla doppietta di un indombile Vagne Toigo, nettamente migliore in campo.
C’è tempo però per un ulteriore reazione ospite con Scianna che approfitta di un’indecisione in uscita del portiere Bastini e deposita in rete il momentaneo 3-2.
Il real incassa e da grande squadra non perde la testa, continua a macinare gioco mettendo in scena un ottimo giro palla nella metà campo offensiva, questo porta prima al gol di Menini, poi alla reazione rabbiosa dell’altro ex della gara (Cascino) che commette un ingenuo 5° fallo di squadra, il quale manda in lunetta il solito Cividini che insacca il 5-2.
Le squadre vanno a riposo ma chi esce più fresco dopo i 15 minuti di pausa è il Real che mette in scena tutta la classe del proprio roster, in soli 4 minuti il punteggio si muove per ben tre volte grazie alle reti del solito Cividini, Menini e Nacho Zamboni, in crescendo dopo un inizio di partita un po’ sotto tono.
Il Sant’Isidoro, spesso troppo polemico con una direzione di gara spesso incerta ma comunque sufficiente, non reagisce più e cede di schianto all’urto dell’attacco cefaludese.
Di Maria, Vagner Toigo due volte, ed un brillantissimo Karuani si iscrivono ancora nel tabellino delle marcatura per un parziale che a 4 giri di lancette dal termine recita 12-3, preludio al 13-5 finale nel quale va a segno tra i cefaludesi anche Clayton Pedaleira.
Vittoria netta dunque per il Real Cefalù che supera con lode l’esame derby, brillando in una partita che non è stata facile quanto il punteggio finale lasci pensare.
Ottimo modo per congedarsi dal pubblico di Termini Imerese visto l’imminente ritorno della società del presidente Castiglia al PalaTricoli.