Un presepio originale: la nascita fra i fili della vita

E’ un presepio molto originale quello costruito da Emilio Triolo con dei fili di ferro. A collaborarlo gli studenti delle classi 4A e 5D del Liceo artistico “Diego Bianca Amato”. «Filo della vita fra fili del vivere» è il titolo dell’opera che durante il periodo natalizio è stata esposta in uno dei negozi del centro storico cefaludese. «La nascita di Gesù – commenta Triolo – è il filo della vita che viene nel mondo per rianimare i fili del vivere, dell’esistenza umana ma anche dell’universo». Per questo al posto della tradizionale capanna il presepio di Triolo ha una composizione di fili che ha una duplice valenza. Da un lato il loro ergersi verso il cielo rimandano alla città di Dubai, oggi meta di tante persone che vi arrivano da tutto il mondo. Dall’altro lato il fatto che questo sfondo si compone di tredici elementi rimanda al divenire della vita e al suo adattarsi al tempo della storia. Tredici elementi che si ergono verso il cielo che sono legati alla base da un filo che fa da corona alla natività. E anche per la scena più importante l’artista Triolo si lascia trasportare da un’altra simbologia: quella del cerchio che rappresenta la perfezione. La nascita di Gesù diventa in questo scenario la perfezione della vita: la nascita, appunto, fra i fili della vita, il filo della vita che viene al mondo per rianimare i fili del vivere quotidiano.

presepe-originale