Baci e frustate

Ci riveliamo tutti colpevoli

nell’incapacità di convincere gli occhi
a guardare oltre il proprio naso

e capire che nelle storie d’odio e d’amore

tra i guerriglieri del mondo e i militi ignoti
che han combattuto per la libertà

i pensieri languiscono oltre i nostri giorni

E concepiamo la vita
come un’unica luce d’egoismo

nella spietata lotta tra i desideri più dolci e le paure più truci

nonostante godiamo
dello splendore degli arcobaleni

accettati solo come belle meteore

da abbracciare quando le ambizioni ci deliziano e insultare se le stesse tacciono

E c’imponiamo d’intraprendere
continui viaggi nell’interiorità

tra le passioni e i cinismi del cuore

sommersi in soffocanti paure

baci e frustate donate all’anima
repressa nella sua muffosa oscurità

dove gufi malvagi
intonano le loro tristi nenie

in compagnia di fantasmi

che arrivati dal mare scarlatto della non esistenza

seguitano a vivere
.
cesaremoceo
proprietà intellettuale riservata
copyright