Cocaina nascosta nel muro di casa. Arrestato pregiudicato

A Brancaccio la cocaina era nascosta nel muro di casa. La Polizia di stato ha arrestato un pregiudicato. Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente è stato arrestato un pregiudicato palermitano di 46 anni. Gli agenti delle sezioni “antidroga” e “contrasto al crimine diffuso” della Squadra mobile nella mattinata hanno fatto irruzione in casa del pregiudicato in passaggio Petrina, insospettiti da un continuo andirivieni di giovani. “Gli agenti hanno deciso di approfondire i controlli e di sottoporre l’appartamento a una perquisizione – dicono dalla questura -. Una delle pareti del corridoio presentava alcune irregolarità che hanno incuriositi i poliziotti. Al tatto, infatti, in alcuni punti la superficie era ruvida. Nel muro, inoltre, era presente una sorta di rudimentale sportellino, poco visibile, fissato con scotch adesivo. Una volta rimosso questo sportellino la parete ha ‘svelato’ al suo interno la presenza di un piccolo spazio all’interno del quale erano nascosti 180 grammi di cocaina, ancora da tagliare, suddivisa in singole confezioni di cellophane, e due bilancini di precisione ed altro materiale per il relativo confezionamento. La cocaina, una volta tagliata e immessa sul mercato, avrebbe potuto fruttare oltre 35 mila euro”,