Il Lecce vince anche a Verona. Domani sera il Palermo incontra il Crotone

Bella vittoria del Lecce al Bentegodi di Verona. Successo meritato per la squadra di Liverani che ha messo la museruola ai gialloblu e ha giocato una gara tatticamente impeccabile. Partenza degli scaligeri che sfiorano il gol con Laribi, poi la squadra di Grosso cala di ritmo e il Lecce sfiora la marcatura con La Mantia, bravo Silvestri, poi e’ proprio La Mantia che colpisce su assist di Mancosu. Nella ripresa il Verona non cambia il ritmo e il Lecce domina a centrocampo trovando il raddoppio con una bella staffilata dal limite di Mancosu. Fanno festa i più di mille tifosi salentini, che devono ringraziare la vena di Vigorito autore di parate decisive in entrambe le frazioni di gioco.

Sabato 6 ottobre ore 15

Carpi-Cosenza

Va a caccia della prima vittoria in campionato il Cosenza che va a far visita ad un Carpi desideroso di rifarsi dopo la sconfitta del Picco, la prima dell’era Castori.

Primo confronto nella storia tra le due, considerando sia le partite in Emilia, che in Calabria.

Probabili formazioni:

Carpi (4-4-2): Colombi, Pachonik, Suagher, Poli, Buongiorno, Concas, Sabbione, Di Noia, Pasciuti, Mokulu, Arrighini. All. Castori.

Cosenza (3-5-2): Saracco, Idda, Dermaku, Pascali, Corsi, Bruccini, Palmiero, Garritano, Legittimo, Baclet, Maniero. All. Braglia.

Arbitro: Pillitteri.

Cremonese-Salernitana

Preannuncia spettacolo la gara dello Zini con la Cremonese ancora imbattuta in campionato che riceve una Salernitana galvanizzata dal successo contro la capolista Hellas Verona.

Ospiti mai vittoriosi in Lombardia in 9 precedenti: in bilancio 5 vittorie grigiorosse e 4 pareggi.

Probabili formazioni:

Cremonese (4-3-3): Radunovic, Mogos, Claiton, Terranova, Renzetti, Arini, Greco, Croce, Emmers, Paulinho, Castrovilli. All. Mandorlini.

Salernitana (3-5-2): Micai, Mantovani, Schiavi, Gigliotti, Casasola, Akpa Akpro, Di Tacchio, Castiglia, Vitale, Djuric, Jallow. All. Colantuono.

Arbitro: Guccini.

Foggia-Ascoli

Annullata la penalizzazione in classifica, inizia un nuovo campionato per i rossoneri che ricevono allo Zaccheria un Ascoli imbattuto da 3 turni.

La formazione di casa ha sempre vinto nei 5 precedenti in Puglia contro i bianconeri. I marchigiani, nei 450’ presi in esame, hanno segnato una sola rete, autore Cvetkovic al 73’; nella gara perduta 1-2 in B in data 5 maggio 1991; astinenza che dura, in casa dei rossoneri, da 287’.

Probabili formazioni:

Foggia (3-5-2): Bizzarri, Loiacono, Camporese, Martinelli, Zambelli, Busellato, Carraro, Deli, Kragl, Galano, Mazzeo. All. Grassadonia.

Ascoli (4-3-1-2): Perucchini, Laverone, Brosco, Padella, Quaranta, Cavion, Troiano, Addae, Baldini, Ninkovic, Ganz. All. Vivarini.

Arbitro: Maggioni

Pescara-Benevento.

Uno dei big match di giornata va in scena all’Adriatico-Cornacchia con il Pescara, reduce dalla beffa di Padova costata il sorpasso all’Hellas Verona in testa alla classifica, che affronta un Benevento caduto in casa nello scorso turno contro il Foggia.

Pescara-Benevento dieci anni dopo: la sfida, mai giocata finora a livelli di serie B, non si disputava infatti in terra d’Abruzzo, quando fu 1-1 in I Divisione Lega Pro, in data 15 marzo 2009. Nei 7 precedenti al Cornacchia, sanniti mai vittoriosi con 2 pareggi e 5 sconfitte subite, ma sopratutto sempre a porta aperta con 16 reti subite.

Probabili formazioni:

Pescara (4-3-3): Fiorillo, Balzano, Gravillon, Campagnaro, Del Grosso, Memushaj, Brugman, Machin, Marras, Mancuso, Antonucci. All. Pillon.

Benevento (4-3-3): Puggioni, Maggio, Volta, Costa, Di Chiara, Nocerino, Viola, Tello, Insigne, Coda, Improta. All. Bucchi.

Arbitro: Baroni.

ore 18

Perugia-Venezia

Un punto separa in classifica Perugia e Venezia con gli umbri avanti a quota 5. Entrambe cercano continuità per provare a scalare la classifica.

Tradizione avversa per gli ospiti in Umbria: negli 11 confronti ufficiali, i lagunari non hanno mai vinto, pareggiando due volte, nelle ultime due gare giocate, 0-0 nella B 2004/05 e 1-1 nella B dell’anno scorso, e perdendo nelle altre 9 occasioni. 4 i gol arancioneroverdi in terra umbra.

Probabili formazioni:

Perugia (4-3-1-2): Gabriel, El Yamiq, Cremonesi, Gyomber, Felicioli, Mazzocchi, Moscati, Verre, Kingsley, Vido, Melchiorri. All. Nesta.

Venezia (3-5-2): Vicario, Andelkovic, Domizzi, Modolo, Bruscagin, Falzerano, Schiavone, Suciu, Garofalo, Litteri, Di Mariano. All. Vecchi.

Arbitro: Di Martino.

Domenica 7 settembre ore 15

Brescia-Padova

Gara speciale quella del Rigamonti per la famiglia Bisoli visto che ci sarà la sfida tra padre (allenatore ospite) e figlio (centrocampista delle rondinelle).

Sono 19 i confronti ufficiali in Lombardia tra i padroni di casa ed il Padova, una storia iniziata addirittura nel 1929/30, nel primo campionato di serie A su girone unico, con un 3-2 per le rondinelle. Il Padova ha dovuto attendere il 1994/95 per vincere la prima volta al Rigamonti, 3-1 in serie A e da allora ci è riuscito altre 2 volte in 6 incroci.

Probabili formazioni:

Brescia (4-3-1-2): Alfonso, Sabelli, Romagnoli, Gastaldello, Curcio, Ndoj, Tonali, Dall’Oglio, Bisoli, Torregrossa, Donnarumma. All. Corini.

Padova (4-3-1-2): Merelli, Cappelletti, Capelli, Trevisan, Contessa, Mazzocco, Broh, Pulzetti, Clemenza, Capello, Bonazzoli. All. Bisoli.

Arbitro: Rapuano.

Diffidati: Pulzetti (Padova).

Livorno-Spezia

Perfetto in casa, distratto in trasferta. Lo Spezia proverà ad invertire questa tendenza in casa di un Livorno che, dal canto suo, punta a cancellare lo 0 nella casella delle vittorie.

La formazione ligure ha vinto in Toscana 6 volte in 25 precedenti ufficiali, ma ben 4 su 4 nelle ultime sfide disputate: 1-0 nella C-1 2001/02, 5-1 nella B 2012/13, 1-0 nel 2014/15 in B e 2-1 nel 2015/16 in B. Il Livorno non fa risultato in casa contro i liguri dallo 0-0 in C-1, datato 4 marzo 2001, mentre l’ultimo successo interno amaranto risale al 2 ottobre 1988, 1-0 in C-1, con autogol di Ceccaroni.

Probabili formazioni:

Livorno (3-5-2): Mazzoni, Di Gennaro, Bogdan, Gonnelli, Parisi, Diamanti, Agazzi, Valiani, Porcino, Murilo, Giannetti. All. Lucarelli.

Spezia (4-3-3): Lamanna, De Col, Terzi, Giani, Augello, Bartolomei, Ricci, Crimi, Gyasi, Okereke, Bidaoui. All. Marino.

Arbitro: Fourneau.

Ore 21

Palermo-Crotone

Il big match che chiude il 7° turno di campionato va in scena al Barbera tra Palermo e Crotone.

I padroni di casa conducono per 4 vittorie ad 1 con 1 pareggio a chiudere il bilancio nei 6 precedenti ufficiali in Sicilia contro il Crotone. I calabresi non segnano al Barbera da 355’, con ultima rete firmata Elia al 5’ di Palermo-Crotone 0-1, C-1, del 21 novembre 1999. Da allora si sommano i residui 85’ di quella gara e le 3 intere seguenti, finite 2-0 per i rosanero nella B 2001/02, 0-0 nella B 2013/14 e 1-0 siciliano nella A 2016/17.

Probabili formazioni:

Palermo (4-3-1-2): Brignoli, Rispoli, Szyminski, Bellusci, Aleesami, Murawski, Jajalo, Haas, Trajkovski, Puscas, Nestorovski. All. Stellone.

Crotone (4-3-1-2): Cordaz, Vaisanen, Sampirisi, Marchizza, Martella, Rohden, Benali, Firenze, Stoian, Budimir, Nalini. All. Stroppa.

Arbitro: Ghersini.

Diffidati: Benali (Crotone).

Squalificati: Golemic (Crotone).