Vincono Lecce e Padova

Un sabato pomeriggio che regala gol ed emozioni fino alla fine in questa dodicesima giornata della Serie BKT. L’Ascoli, nel giorno della sua festa per i 120 anni, davanti agli occhi del presidente Balata, arrivato nelle Marche per portare gli auguri della Lega B al club bianconero, non riesce a portare a casa la posta in palio e viene sconfitto dal Padova del debuttante Foscarini. Torna a vincere la Salernitana che si porta momentaneamente a 2 punti dalla vetta grazie all’1-0 sullo Spezia targato Bocalon. Il cuore del Carpi porta i ragazzi di Castori a recuperare il doppio svantaggio, in casa contro il Benevento, proprio in extremis. Completa il quadro il successo della Cremonese nella sfida tra i due allenatori debuttanti, Rastelli e Breda.

Finisce 2-3 il match che chiude il sabato della 12a giornata della Serie BKT con il Lecce che espugna il San Vito-Marulla nonostante la reazione del Cosenza grazie a Filippo Falco.

Partono a razzo i salentini che già al 13′ sono avanti 2-0 grazie dapprima al gran gol di Venuti con un gran tiro dalla distanza che non lascia scampo a Saracco e poi con Palombi che in contropiede batte l’estremo difensore avversario.

I calabresi a quel punto si scuotono ed iniziano a prendere in mano il pallino del gioco senza però impensierire Vigorito. Nella ripresa però Braglia schiera una squadra ancora più offensiva e i risultati arrivano: Tutino trova il gol che accorcia le distanze al 67′ con un colpo di testa su cross del neoentrato Baez. Il copione è simile al minuto 80 quando i protagonisti sono ancora i due calciatori rossoblu, anche se stavolta il gol arriva con una girata di destro. Neanche il tempo di festeggiare per il Cosenza che il Lecce trova il definitivo gol che regala i 3 punti: a siglarlo Filippo Falco, anche lui entrato dalla panchina, con un preciso tiro da poco dopo il limite dell’area di rigore.

Con questo successo i pugliesi volano momentaneamente al 4° posto in classifica, calabresi che invece restano a 8 punti in piena bagarre salvezza.