Vincono Parma e Torino

Gara ricca di emozioni a Marassi tra Genoa e Napoli, con le squadre ad alternarsi nella conduzione della partita. Alla fine la spunta la squadra di Ancelotti, che attende buone notizie da San Siro nella sua rincorsa alla capolista. Parte bene il Napoli, che colpisce in avvio il palo con un tiro di Insigne dal limite. Nella parte centrale del primo tempo è invece il Genoa a farla da padrone, e le iniziative dei grifoni producono il gol del vantaggio, siglato da Kouame con un colpo di testa al 20′. Nel finale di tempo torna fuori il Napoli, con la conclusione a un metro dalla porta di Milik sventata da un miracolo di Radu. Lo stesso centravanti polacco resta però negli spogliatoi dopo l’intervallo, sostituito da Ancelotti con Mertens per provare la rimonta. E’ però la pioggia ad imporsi, tant’è che l’arbitro sospende la gara per qualche minuto per impraticabilità del campo. Alla ripresa del gioco, su un terreno molto difficile per entrambe, i partenopei sfruttano al meglio le due occasioni che riescono a creare. Al 62′ pareggia Fabian Ruiz col suo preciso sinistro, all’86’, su una punizione di Mario Rui, Biraschi in spaccata la devia nella propria porta. Finisce con la vittoria degli azzurri, un successo che pesa molto per come è stato ottenuto su un campo ai limiti che ha penalizzato il gioco nella ripresa.

Vola il Parma di D’Aversa, corsaro a Torino e momentaneamente al nono posto in Serie A TIM. I ducali fanno un bel regalo al neo Presidente Pizzarotti e si confermano squadra da trasferta con la terza vittoria esterna conquistata lontano dal Tardini.

Al 9′ Nkoulou e Izzo combinano un pasticcio in area scontrandosi, ne approfitta Gervinho che supera Sirigu e mette a segno il quarto gol personale stagionale. Al 25′ Gagliolo scende sulla sinistra, crossa rasoterra per l’accorrente Inglese che brucia il diretto marcatore e di prima sigla il raddoppio con una bella girata. Poco dopo Mazzarri suda freddo quando Biabiany sfiora il tris. I suoi però riescono a tenere aperta la partita con la conclusione di Baselli che risolve in mischia. Nella ripresa il Torino si gioca la carta Zaza, che si aggiunge a Belotti e Iago Falque, ma è ancora il Parma a sfiorare il gol quando la traversa respinge il tiro di Inglese. Mazzarri le prova tutte, negli ultimi minuti inserisce in attacco anche il giovane Parigini, ma il risultato non cambia più, e ancora una volta più per merito di Sirigu che sventa su Gagliolo.