Vincono Juventus e Torino

Ancora una vittoria per la Juventus che all’Olimpico contro la Lazio soffre per un’ora, ma poi vince in rimonta 2 – 1. La formazione di Inzaghi parte forte e per tutto il primo tempo costringe la Juventus sulla difensiva, con Szczesny a superarsi in un paio di interventi e Rugani a salvare su tiro di Immobile destinato in rete. Nel secondo tempo i bianconeri paiono più reattivi, ma è la Lazio a passare grazie a una sfortunata autorete di Emre Can su calcio d’angolo. Allegri inserisce Bernardeschi e Cancelo, e i due confezionano l’azione del pareggio al 74′. La squadra di Inzaghi nonostante il pari prosegue anche nell’ultimo quarto d’ora la sua azione offensiva alla ricerca della vittoria, ma su un contropiede ancora ben orchestrato da Bernardeschi Lulic trattiene Cancelo in area decretando il rigore che Ronaldo trasforma nei tre punti per i bianconeri. La Juventus viaggia a +11 dal Napoli, alla Lazio resta una prova maiuscola contro la capolista, mai così in sofferenza in questa stagione come nei primi 45′.

IL TORINO SUPERA L’INTER 1 – 0
Il Torino si riaffaccia nelle zone della classifica con vista Europa League. I granata, al termine di una prestazione vigorosa, superano l’Inter per 1 – 0, raggiungendo la Fiorentina a 30 punti. Decisivo il gol segnato con un colpo di testa da Izzo al 35′, diventato imprendibile per Handanovic per l’involontaria deviazione di D’Ambrosio. L’Inter, scesa in campo con i due attaccanti puri, Lautaro Martinez e Icardi, si è vista a tratti nel corso della partita, senza che Sirigu sia mai stato chiamato severamente in causa. Nel finale l’ipotetico assalto all’arma bianca degli ospiti è naufragato con l’espulsione di Politano che dopo aver dato una scossa di energia col suo ingresso in campo si è fatto espellere per proteste.

ANCORA 3 – 3 TRA ATALANTA E ROMA
Finisce incredibilmente come all’andata, ancora un 3 -3 tra Atalanta e Roma. All’Olimpico, un girone fa, erano stati i giallorossi a rimontare, questa volta sono gli uomini di Gasperini, sotto addirittura di tre reti, a recuperare lo svantaggio. La Roma parte forte e al 40′ pare aver già chiuso la partita, con la doppietta di Dzeko e il gol di El Shaarawy. L’Atalanta però tiene aperta la partita con un colpo di testa di Castagne sul finire del primo tempo. Nella ripresa i nerazzurri si trasformano, contestualmente al calo di ritmo degli ospiti. Ilicic sbaglia subito a porta spalancata, poi Toloi accorcia le distanze sul 2 – 3 svettando su Manolas. Al 70′ Zapata dal dischetto potrebbe pareggiare, ma calcia alto sulla traversa il rigore concesso dopo ricorso al Var per intervento su Ilicic. Non passa però neanche un minuto e il centravanti colombiano si fa perdonare col tiro che, deviato da Manolas, porta i suoi sul pareggio. Nel finale i padroni di casa, non paghi, provano a centrare l’impresa, ma Olsen resiste e tra le due formazioni in classifica restano due punti di differenza a favore dei giallorossi.