Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Castelbuono e i «cosi ì Pasqua»: un'antica tradizione per un dolce tipico e ricercato
Cefalunews

Castelbuono e i «cosi ì Pasqua»: un’antica tradizione per un dolce tipico e ricercato

I «Cosi ì Pasqua» sono i dolci tipici pasquali di Castelbuono. Sono dei biscotti grandi e particolari, simili a savoiardi e dalle forme particolari, che vengono decorati con glassa di zucchero. L’antica tradizione racconta che questi dolci venivano preparati per fare la colazione in famiglia la mattina di Pasqua dopo il digiuno del venerdì e sabato santo. La forma di questi dolci è particolare. Si va dalla colomba al cuore ma anche ai cavallini e alle bamboline. Il nome di questi dolci è tipico di Castelbuono dove per altri periodi dell’anno si hanno «i cosi duci» che sono dolci in generale, «i cosi chini» che invece vengono prodotti a Natale e sono simili ai Uccellati e «i cosi i mennula» che sono dolci a base di mandorla.

Secondo la tradizione del paese questi dolci di Pasqua venivano preparati in una pentola di terracotta e con una canna tagliata longitudinalmente che veniva usata come frusta per montare a mano lo zucchero, le uova e la farina. Una volta montate si aggiungeva la farina. L’impasto veniva disposto su delle teglie e vi si dava la forma. Una volta portati a cottura venivano decorati con la glassa di zucchero e vi si disponevano sopra le codeste colorate, «i diavulicchi» insieme ai cannellini di zucchero, «cannitigli». 

Ingredienti: 400 grammi di uova senza il guscio, 500 grammi di zucchero, 600 grammi di farina 00,un pizzico di sale, 50 grammi di zucchero a velo, un cucchiaio di cannella macinata, una bacca di vaniglia, cannellini e codette colorate. Per la glassa utilizzare due albumi, 300 grammi di zucchero a velo ed un cucchiaino di succo di limone. Procedimento: montare le uova intere insieme allo zucchero ed a un pizzico di sale. Andare avanti fino a quando il tutto diventa bianco e spumoso. Aggiungere a poco a poco la farina e non smontare il composto. Aggiungere i semi di vaniglia e la cannella e alla fine anche i 50 grammi di zucchero a velo. Preparare le teglie. Versare l’impasto con il cucchiaio e dare la forma servendosi delle dita. Cuocere nel forno caldo a 180° sino a che diventano appena dorati. Sfornarli e lasciarli raffreddare. Preparare la glassa montando zucchero con albumi e succo di limone. Decorare i dolci di Pasqua cospargendovi le codette colorate e i cannellini.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
RIPRODUZIONE CONSENTITA CON LINK E CITAZIONE FONTE: CEFALUNEWS.ORG