Danza Classica: Antea sulle orme della Abbagnato

ANTEA MACCARONE, una giovane di Cefalù,  si è esibita, per il terzo anno consecutivo al Teatro Al Massimo di Palermo.
L’esibizione è avvenuta al termine di uno stage durato dal 27 al 31 marzo 2019 ed a conclusione dello stesso, il primo aprile è stato messo in scena il lago dei cigni.
Antea ha indossato le scarpette per la prima volta a 4 anni, quasi per gioco, come spesso accade, presso la palestra di Mauro Lombardo dove è rimasta per alcuni anni, esibendosi in varie manifestazioni, stage e concorsi in tutta la Sicilia, finanche al teatro Cicero di Cefalù.
Nel 2016 si trasferisce all’Accademia di danza di Palermo, diretta da Marisa Benassai, la più antica istituzione palermitana di insegnamento e preparazione professionale alla danza, fucina di talenti del calibro di “Eleonora Abbagnato” étoile dell’Operà di Parig.
Maria Giambona, solista all’Opera di Berlino
Salvatore Perdichizzi, solista al teatro alla Scala
Antea frequenta sia il corso di danza classica che quello di Danza contemporanea avanzati.
Alcune compagnie di danza (Royal Ballet, Roland Petit , Carla Fracci) hanno utilizzato giovani allievi della Scuola nei loro spettacoli, consentendo agli stessi dirette esperienze di tirocinio professionale in palcoscenico.
Da ultimo la partecipazione, per il terzo anno consecutivo, alla terza edizione dell’International Youth Ballet Festival Sicily, stage di danza classica con maestri internazionali e spettacolo finale al Massimo di Palermo, con il coach Maria Giambona e il Maestro e coreografo Valentin Bartes.
Lo stage infatti si è tenuto dal 27 marzo al 31 marzo 2019 e il 01 aprile è stato messo in scena Il Lago dei cigni :gala di danza e suite .
Lo spettacolo è consistito in una prima parte “GALA” con variazioni e mix di balletti tra la Danza Classica e la Danza Contemporanea.
La seconda parte una “SUITE” con variazioni del Lago dei cigni su musiche di Tchaikovsky.
E’ stata una esperienza unica alla presenza del coreografo internazionale Valentin Bartes e dei due primi ballerini Dan Haja e Andreea Jura , con la partecipazione straordinaria di giovani ballerini provenienti dalla Korea
Nel mese di dicembre del 2018 Antea si è anche esibita in un saggio /spettacolo, sempre Al Massimo ballando Lo Schiaccianoci.
Lo studio, l’allenamento intenso, il continuo sacrificio e soprattutto l’infinito amore per la danza hanno portato Antea a raggiungere tali risultati perché la danza consente di esprimere, in piana libertà, il proprio essere, utilizzando un linguaggio altamente sofisticato quale è il linguaggio del corpo, ed in particolare della danza..
Auguriamo alla giovane danzatrice di poter coronare il suo sogno e di poterla vedere, un giorno non molto lontano, calcare le assi dei più prestigiosi teatri italiani ed internazionali.