Allergia agli acari della polvere: ecco la Dieta per combatterla

Vi proponiamo due diete per combattere l’allergia agli acari della polvere. Sono diete a base di antistaminici naturali. Per prevenire questi fastidiosi sintomi, infatti, esistono alcuni antistaminici naturali. Sono alimenti che aiutano a ridurre il rilascio di istamina da parte del corpo e sono privi di quelle controindicazioni dei medicinali come la fastidiosa sonnolenza. Certo questi antistaminici naturali vanno utilizzati con un certo anticipo perché svolgono anzitutto un’azione preventiva.

1. Dieta a base di antistaminici naturali

Questo dieta è proposta dalla redazione Donna di Fanpage.

Colazione: chi ama la colazione salata può concedersi una frittata con uova di quaglia, molto utili soprattutto se si è allergici alle graminacee, con l’aggiunta di rosmarino. Chi invece preferisce la colazione dolce può scegliere un succo di arancia, fette biscottate integrali e marmellata di ribes, alimenti ricchi di vitamina C, potente antistaminico naturale.

Pranzo: preferite il riso alla pasta e preparatelo con broccoli, rucola, bietola, cicoria, che contengono vitamina C ma anche quercitina, sostanza che previene le reazioni allergiche. Anche l’aglio e la cipolla vanno bene, soprattutto per chi soffre di rinite o asma.

Spuntino/Merenda: come spuntino di metà mattina potete scegliere dell’uva , molto utile in caso di asma, oppure una mela o un’arancia, ottimi per chi è allergico al polline, ma anche una carota cruda, indicata per chi soffre di raffreddore da fieno. Come merenda, nel pomeriggio, potete anche concedervi una tazza di tè verde o un pezzetto di cioccolato fondente.

Cena: per la cena preferite il pesce: salmone, sgombro, pesce spada, alimenti perfetti contro l’allergia, in quanto ricchi di Omega 3 che riescono a ridurre le allergie grazie alla loro azione antinfiammatoria. Abbinatelo a verdure a foglia verde e ai capperi che, oltre a donare gusto al pesce, sono ottimi antistaminici naturali.

2. Menu depurativo e antiallergico

Questo menù è proposto dalla redazione Cucina naturale, il mensile per chi cerca informazioni sul mangiar bene e ricette che siano, al tempo stesso, belle, buone e sane. E’ un menu a basso carico di tossine e sostanze allergizzanti. Le dosi indicate nelle ricette si intendono per una persona.

Colazione: Muesli con fiocchi di cereali, uvette e, a piacere, mandorle, semi di sesamo, girasole, lino o zucca. Latte di avena (inverno) di riso o mandorle (estate).

Spuntino: Una mela. Infuso: mettete in un pentolino 250 ml di acqua naturale. Portate a ebollizione, spegnete, e introducete 1 cucchiaino di tè verde, alcune bacche di rosa canina essiccata e alcuni aghetti di rosmarino. Coprite e lasciate in infusione per alcuni minuti. Dolcificate con miele e bevete caldo.

Pranzo: Insalata di uova di quaglia. Preparate una piccola insalata con rucola, spinacino, foglie di insalata a piacere, carote a filetti. Aggiungete 4 o 5 uova di quaglia dopo averle cotte per 3 o 4 minuti in acqua bollente, raffreddate in acqua fredda, sbucciate e tagliate a metà per il lato lungo. Condite l’insalata con poco aceto di mele e olio di oliva extravergine spremuto a freddo.
Sformato di miglio. Cuocete il miglio, 70 grammi circa, dopo averlo rosolato leggermente in olio extravergine, aggiungendo una quantità di brodo di dado vegetale pari al doppio del suo volume. Cuoce in circa 20 minuti. Ungete una teglia da forno con olio extravergine e spolverate con pangrattato. In una padella a parte fate saltare con un po’ di sale un terzo di un porro e 1 carciofo tagliati a pezzettini. Dopo qualche minuto aggiungete olio extravergine e portate a cottura rigirando. In una terrina unite miglio e verdure e stendetele nella teglia precedentemente preparata. Ricoprite infine con pangrattato e olio extravergine. Cuocete in forno per 20 minuti circa.

Spuntino: Una pera. Infuso (vedi spuntino del mattino)

Cena: Zuppa di miso. Ammollate in una tazza un pezzo di alga wakame lungo circa 2 cm. Quando sarà diventata morbida, dopo circa 10 minuti, tagliatela a striscioline. Tagliate a rondelle una cipollina o un pezzo di porro e mettetelo in una pentola insieme all’alga e a una tazza abbondante d’acqua. Dopo 20 minuti di cottura aggiungere una carotina tagliata a punta di matita e cuocete per un minuto. Aggiungete poi 1 o 2 foglie verdi (spinaci, cavolo verza), cuocete ancora un minuto e poi spegnete il gas. Prelevate con un mestolo un po’ del liquido di cottura e scioglietevi un cucchiaio di miso non pastorizzato. Mettete il miso sciolto nella pentola e lasciate riposare il tutto coperto per qualche minuto. Servite caldo.
• Nota: potrete variare le verdure di questa ricetta a seconda della stagione e dei vostri gusti. Variate spesso anche il tipo di miso: di riso, di orzo, di sola soia.

Hummus con verdure Mettete in ammollo 70 grammi circa di ceci per 10-12 ore. Sciacquateli e cuoceteli con abbondante acqua in una pentola a pressione con un pezzetto di alga kombu per 2 ore. L’alga li renderà più digeribili. Frullate i ceci cotti con olio di oliva extravergine, 5 o 6 capperi, limone, salsa di soia e acqua di cottura dei ceci stessi, quanto basta per avere una crema morbida. Accompagnate la salsa con verdure crude o cotte al vapore e pane arabo. Può essere usato anche per condire pasta o riso.