Interventi con laser agli occhi: tutte le informazioni

Gli occhi sono tra i punti più delicati del corpo umano, essi necessitano di una costante cura e attenzione ed è fondamentale compiere delle visite periodiche oculistiche al fine di monitorare la loro attività. 

In genere si dice che la vista umana sia in costante cambiamento fino ai 24/25 anni, dopodiché essa si stabilizzerà. Per tale motivo è doveroso compiere un controllo oculistico a distanza dei gusti tempi così da assicurarsi che il funzionamento della vista sia sempre ottimale. 

Nel caso in cui si dovessero riscontrare eventuali anomalie è necessario svolgere ulteriori controlli con il fine di provvedere a sanare probabili disturbi o fastidi. Una delle modalità più note per far fronte ad eventuali fastidi o disturbi è l’intervento con il laser. 

Questo trattamento consente di curare eventuali patologie rimuovendo all’origine il problema insorto. Esistono diversi tipi di interventi laser, quelli superficiali e quelli chirurgici intraoculari. 

Interventi laser superficiali 

Tutti i tipi di intervento con il laser sono volti a risolvere eventuali difetti della vista come ad esempio la miopia, l’ipermetropia, e l’astigmatismo. Questi sono interventi superficiali che non necessitano di lunghi tempi di ripresa e convalescenza. Tali interventi non sono particolarmente costosi o impegnativi e consentono una correzione totale o parziale dei difetti di vista. 

A differenza di interventi chirurgici agli occhi, questi sono più blandi e permettono una ripresa veloce. Quando si ha necessità di provvedere al risanamento della vista è fondamentale affidarsi ad un centro oculistico di prima scelta, che offra ai pazienti un consulto medico di qualità.

Intervento cura miopia 

Uno degli interventi superficiali alla vista più diffuso è quello per la cura della miopia. Tale intervento viene svolto in modalità day hospital e non richiede particolari cure o lunghissimi tempi di convalescenza. 

L’utilizzo del laser per curare disturbi alla vista risale al 1983 quando un chirurgo operò per la prima volta con il laser. Dal 1990 la chirurgia refrattiva è divenuta una risposta vantaggiosa a numerosi disturbi oculari consentendo di risolvere disturbi più o meno gravi in modo semplice e poco invasivo. 

La tecnologia utilizzata per portare a termine un simile intervento è il Laser ad eccimeri, uno strumento che opera un intervento alla cornea agendo superficialmente. La caratteristica principale di un intervento svolto con il laser consiste nella capacità di compiere un incisione accurata che sarebbe difficilmente auspicabile durante un’operazione manuale. 

Nel caso in cui si volesse operare una correzione della miopia attraverso un intervento laser è necessario reperire alcune informazioni essenziali così da sottoporsi all’operazione in totale serenità. 

Tale intervento è consigliabile solo se la vista si è stabilizzata da almeno due anni, poiché in caso contrario l’azione con il laser non farebbe altro che peggiorare la situazione. Questo tipo di intervento viene eseguito con un’anestesia locale indotta mediante delle semplici gocce di collirio. 

L’operazione è veloce e praticamente indolore tuttavia potrebbero essere utilizzate alcune tecniche che potrebbero creare qualche fastidio nei soggetti interessati. Durante questo intervento è preferibile operare entrambi gli occhi nel medesimo momento anche se tale decisione è a discrezione del medico che terrà l’intervento. 

Intervento di cataratta 

Un altro tipo di intervento alla vista eseguibile con la tecnologia laser è l’operazione di cataratta. Questo intervento rientra a pieno tra le operazioni della micro chirurgia oculare, infatti rispetto all’intervento di correzione della vista richiede maggiori accortezze. 

Tale tipo di intervento viene svolto generalmente su soggetti in età avanzata che riscontrano difficoltà di vista notevoli. Il disturbo della cataratta impedisce una vista limpida e cristallina poiché presuppone l’esistenza di una patina opaca sulla cornea che deve essere necessariamente rimossa. 

L’intervento della cataratta è in ogni modo considerato mini-invasivo e non rilascia alcun tipo di ferita; in alcuni casi la sua durata può essere anche di soli 10 minuti e il recupero sarà di pochi giorni. Ad ogni modo, tale intervento è sicuro ed efficace e consentirà di migliorare notevolmente la qualità della vista umana. 

Intervento correzione astigmatismo 

Un altro intervento ancora particolarmente diffuso è quello di correzione dell’astigmatismo. Tale operazione è una vera e propria innovazione nel campo delle operazioni di correzione oculare; è pratica ed indolore e consente di correggere tale fastidio entro breve tempo. 

L’intervento in questione consiste nell’impianto di una lente a contatto all’interno della cavità oculare che avrà il compito di correggere il tale difetto della vista. Esistono differenti modalità di azione quando si vuole risolvere il difetto dell’astigmatismo oculare. Una delle operazioni in questione è la Lasik, svolta con un laser ad eccimeri sviluppata soprattutto in America. 

Durante questo tipo di intervento si utilizza uno strumento che ha il nome di microcheratomo che serve per correggere il difetto visivo senza compiere un’operazione eccessivamente invasiva e destabilizzante.

Numerose sono le tecniche utilizzabili per ottenere di nuovo una vista eccellente. Tutto ciò che bisogna fare è affidarsi ad un buon medico che sia in grado di comprendere quale sia il reale disturbo del paziente e proporre un tipo di operazione risolutiva.