La dieta del miele: bufala o verità? Come perdere due chili in sette giorni

Sulla rete circola una dieta del miele per al quale non è previsto conteggio calorico, nessuna grammatura e nessun alimento o integratore costoso. Ideata da Mike McInnes promette la perdita di peso obbedendo ad una regola: consumare un cucchiaino di miele prima di andare a dormire. Niente conteggio calorico, niente grammatura di cibi e nemmeno acquisto di alimenti o integratori costosi. La maggior parte del dimagrimento avverrebbe durante il sonno, prima del quale sarebbe necessario ingerire un cucchiaio di miele. La dieta del miele utilizzerebbe le proprietà benefiche di questo alimento per attivare alcuni cambiamenti metabolici che dovrebbero portare a perdere anche due chili a settimana. In altre parole il miele brucerebbe i grassi durante il sonno.

Chi vuole seguire questa dieta potrebbe mangiare durante il giorno dolci e pane a patto, però, che siano stati preparati con il miele e non con lo zucchero. Quel cucchiaino di miele preso prima di andare a dormire darebbe dei sani consigli al cervello durante la notte e sederebbe la voglia di zucchero del quodiano.

Secondo McInnes il sovrappeso è conseguenza del troppo zucchero che assumiamo durante il giorno. Lo si trova in tutti gli alimenti raffinati che tra l’altro mangiamo senza freni. La reazione del corpo sarebbe senza controllo. Nel rilasciare l’insulina la immagazzina come grasso. Il noto nutrizionista in tutto questo ha messo sotto i riflettori scientifici il ruolo del cervello con la sua voglia di zucchero. Proprio questa voglia renderebbe tutte le diete assai difficili da seguire. Il miele diventerebbe una sorta di paladino perché interrompe questo circolo vizioso.

Perché il miele favorisce il dimagrimento? Anzitutto perché è un alimento ricco di fruttosio e di saccarosio ma si comporta come se fosse una specie di “impianto di trasformazione”. In altre parole agisce modificando la composizione degli zuccheri e influisce sulla maniera in cui il nostro organismo tende a metabolizzarli. Per questo il miele non dovrebbe mai mancare nell’alimentazione quotidiana. Per beneficiare delle proprietà del miele, però, bisognerebbe mettere al bando dall’alimentazione patatine, cibo spazzatura in generale, bibite gassate, cibi fritti e quelli particolarmente elaborati. In conclusione chi si mette all’opera per dimagrire anche con il miele ha sempre il compito arduo di fare attenzione a cosa mangia per non ingoiare i pericoli per la nostra salute.

Image by PollyDot from Pixabay