Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cibi che aiutano il cervello: ecco i tre più importanti da inserire nella nostra alimentazione
Cefalunews

Cibi che aiutano il cervello: ecco i tre più importanti da inserire nella nostra alimentazione

Mangiare bene non è importante solamente per il nostro fisico o per eliminare quei chili di troppo che prima di ogni estate ci fanno penare tantissimo. Mangiare bene significa anche riuscire a seguire un’alimentazione che possa fornire a tutto il nostro organismo i giusti apporti per stare in salute.

Oggi, infatti, parleremo dei cibi che fanno bene al cervello ed a tutto il nostro sistema nervoso. E’ ovvio che mangiarli una sola volta non ci farà diventare Einstein ma mangiandoli costantemente ed inserendoli nel nostro piano alimentare può giovarci tantissimo.

Cosa mangiare per migliorare il nostro cervello

A spiegare ed a dirci quali sono i cibi più importanti per il cervello è Lisa Mosconi, neuroscienziata vicedirettrice per la Clinica per la prevenzione dell’Alzheimer a New York. Ha da poco pubblicato il suo libro Nutrire il cervello – Tutti gli alimenti che ti rendono più intelligente. In questo manuale illustra quali sono i cibi che fanno bene al nostro cervello. Tutto viene rigorosamente testato.

Ma vediamo adesso quali sono i tre alimenti più importanti per il nostro cervello e per il nostro sistema nervoso. Ogni elemento ci viene spiegato nel dettaglio da Lisa Mosconi.

  1. Acqua: «Oltre l’80% del contenuto del nostro cervello è composto di acqua. Ogni reazione chimica che ha luogo nel cervello ne ha bisogno, compresa la produzione di energia nel cervello. Niente acqua, niente energia. E anche una minima perdita di acqua, come una diminuzione del 3-4%, può causare sintomi neurologici come mente annebbiata, affaticamento, vertigini e confusione. Non solo: gli studi di imaging cerebrale hanno dimostrato che la disidratazione lieve (subclinica) fa restringere il cervello e perdere volume. Ecco perché abbiamo bisogno di bere molto per il nostro cervello».
  2. Zucchero: «Quando il cervello ha bisogno di energia, si basa esclusivamente sul tipo di energia rapida dei carboidrati (gli zuccheri semplici) e in particolare uno zucchero specifico chiamato glucosio. Il 99% dell’energia cerebrale deriva dal glucosio in condizioni fisiologiche normali. Inoltre, il glucosio è il substrato di molti neurotrasmettitori (i messaggeri chimici del nostro cervello), come il glutammato e il GABA, che sono l’interruttore unico di tutte le nostre cellule cerebrali. Quindi sì, il glucosio fa bene al cervello».
  3. Pesce ed Omega 3: «Il pesce grasso dei mari freddi è il cibo numero uno per il cervello a causa del suo alto contenuto di acidi grassi omega-3, in particolare di un tipo specifico chiamato DHA. Il 70% dei grassi di cui è composto il cervello, è composto da Omega-3 DHA. Questo grasso proviene esclusivamente dalla dieta, quindi abbiamo bisogno di consumarne abbastanza, su base regolare. Il salmone è una fonte eccellente, così come il pesce azzurro, lo sgombro, le sarde e le acciughe. La ricerca mostra che le persone la cui dieta aveva meno di 4 grammi di omega 3 al giorno avevano i più alti tassi di contrazione del cervello nel tempo (che ovviamente non è un risultato positivo), e il più alto rischio di Alzheimer. Coloro la cui dieta quotidiana prevedeva 6 grammi o più, avevano il cervello più sano e più “giovane».

 

Continua a leggere