Realtime blog trackingRealtime Web Statistics “Riscatto” Parmonval: a farne le spese è la Cephaledium
Cefalunews

“Riscatto” Parmonval: a farne le spese è la Cephaledium

Reti : 29’ p.t. Stassi (rig) e 49’ s.t. Rappa ( Parmonval )

MIGLIORI INTEGRATORI PER DIMAGRIRE: ORA IN OFFERTA SPECIALE
CLICCA QUI

PARMONVAL : Tarantino, Mazzola, Colley,Cincotta,Calandra, Bennardo,Manno,Cardinale A. ,Stassi( Massaro dal 41 s.t.), Rappa, Sidoti(Fuschi dal 35’ s.t.). In panchina:Piazza, Valenti,Ioppolo,Bragion,Monterosso,Rizzo, Caronia. Allenatore: Sig. Aldo Bellingardo

CEPHALEDIUM : Fiduccia, Sgarlata, Cipolla (Portera dal 1’ s.t.),Di Franco,Prestigiacomo,Calaiò (Mocciaro dal 38’ s.t.),Messina,Di Maggio,Clemente G.(Fazio dal 1’ s.t.), Clemente M. ,D’Aleo. In panchina: Di Paola,Fiduccia D. , Barone,Vitrano,Perricone,Manno. Allenatore: Sig. Ferdinando Zappavigna
ARBITRO: Sig. Luigi Scicolone ( sez.Cl )
AMMONITI : Cardinale, Stassi ( P ) ; Calaiò, Clemente G. , Clemente M. ( C )

Questo il comunicato ufficiale della Parmonval. EFFETTO Cardinale . Costretto a restare in tribuna per squalifica ( quattro turni di campionato più uno di Coppa) il “ match “ contro lo squadrone della Cephaledium ha segnato il tanto atteso (e più volte invocato ) rientro in formazione di quel Tonino del cui talento e classe questa Parmonval non può farne a meno. Mentre la squadra di Paolo Calafiore, reduce dalla “scoppola “ presa sei giorni fa con il Canicattì, era alla ricerca di un pronto riscatto, nonostante l’ostacolo da superare fosse oggettivamente difficile, ( vista la qualità degli avversari di oggi) l’estro, il talento e l’esperienza di Cardinale servivano come ossigeno per “ridare fiato” e salute, sia ai giocatori e sia a tutto l’ambiente “mondelliano”. E’ così è stato ! Le “ lacune” mostrate nelle precedenti gare in mezzo al campo , così come in altri reparti, unite al perdurare ,causa infortuni , di Cardinale jr, Rizzo e La Mattina, non hanno consentito a Calafiore di potere disporre di tutte le “ pedine “ dello scacchiere “biancoazzurro”. Con il rientro di Cardinale è stato innanzitutto il nostro centrocampo a giovarsene; Rappa ( monumentale la sua partita), Cincotta e Colley, quest’ultimo schierato a sinistra nell’insolito ruolo di esterno a sinistra nel 3-5-2 di Calafiore, hanno fatto una partita bella, intensa e di grande cuore. Dicevamo ad’inizio di questo pezzo,dell’effetto Cardinale rivelatosi vero toccasana anche per il reparto difensivo dove “ the wall “, alias Bennardo, unitamente a Mazzola e Calandra ( che grazie a Dio ed ai medici è ri-tornato in grande forma) ha avuto meno problemi ,rispetto alle precedenti giornate, per arginare le sfuriate offensive di gente tecnicamente forte come i fratelli Marco e Giampiero Clemente (quest’ultimo unica punta nel 4-3-2-1 di inizio p.t. di Zappavigna) , oltre alla grande qualità degli altri giocatori cefaludesi. Insomma, lo stesso Stassi, ( al suo 5° gol )supportato da un bravissimo e generosissimo Jack Sidoti e da un sorprendente Manno, hanno saputo sfruttare al meglio le verticalizzazioni e le aperture di cambio gioco fatte da un “ maestro “ di calcio come il nostro Tonino. In questa partita, abbiamo (finalmente ) rivisto la Parmonval compatta e in grado di sciorinare equilibrio e qualità del gioco come nella scorsa stagione . E nonostante il valore riconosciuto di buonissima squadra dei “cefaludesi “, è riuscita a fare un primo tempo in cui ha concesso poco agli ospiti i quali hanno avuto difficoltà nel produrre azioni di gioco tali da impensierire ( salvo qualche rara volta ) seriamente uno strepitoso Ciccio Tarantino . La Parmonval chiude (a nostro parere meritatamente) il primo tempo per una rete a zero grazie ad un “sacrosanto “rigore su Stassi messo giù in area ; sarà lui stesso , da vero “ bomber “ , a batterlo . Tiro, pallone a sinistra e Fiduccia a destra; gol e Parmonval che passa in vantaggio . Nel secondo tempo, cambia la disposizione tattica dei “ gialloneri “ (presentatisi in campo senza Giampiero Clemente) protesi alla ricerca del gol del pari ma, contro la Parmonval di oggi , che si è fatta apprezzare dal pubblico di casa (un pò..meno quello ospite ) sono andati a “ schiantarsi “ ( eufemismo ) contro un muro. Va detto anche che la nostra squadra ha corso qualche pericolo per alcune buone trame di gioco degli ospiti vanificate sia dal nostro “ portierone” e sia dalle chiusure in ogni zona della nostra metà campo . Poi, nella seconda frazione di gioco , affiora la fatica nelle gambe dei giocatori ( anche per gran il caldo) ed a risentirne sarà il bel gioco ammirato che entrambe le squadre hanno prodotto durante i primi 45 minuti. E se il “ mood “ della gara è cambiato per il vantaggio dei nostri ragazzi. stessa cosa non può dirsi per le emozioni suscitate con le alterne fasi di gioco tessute abilmente da entrambe le squadre . Come ci si aspettava, gli ospiti attaccano a testa bassa perdendo forse quella lucidità vista nella prima frazione mentre i padroni di casa si sono fatti trovare pronti a chiudere ogni varco verso la porta difesa da Tarantino. La Cephaledium si è spesso affidata ai calci piazzati battuti da Marco Clemente, vanificati a volte per imprecisione e nelle occasioni in cui è riuscito a centrare il bersaglio, c’è stata la risposta attenta e puntuale del nostro estremo difendente. La Parmonval invece, snaturando il suo modo di giocare, si è affidata a veloci e precise ripartenze sulle corsie esterne ed a verticalizzare le giocate per colpire tra le linee la disposizione tattica degli avversari. Ma, nel calcio come è noto, a determinare il risultato spesso sono anche gli episodi e quindi con il trascorrere dei minuti l’ansia di non riuscire a portare a casa i tre punti si è impossessata dei “nostri” fino a quando non ci ha pensato il pubblico di casa ad allentarla con il suo tifo . I nostri ragazzi, sono stati bravi a non mollare di un centimentro ed hanno lottato ,fino all’ultimo respiro, per ottenere il massimo da questa partita. Ma , come se non fosse già alto il livello della tensione, l’arbitro ha provveduto ad aumentarlo concedendo (correttamente) 5 minuti di recupero che sono sembrati 50 e che pareva non finissero più…). Accade però che quando di minuti ne mancava solo uno per il triplice fischio, ecco presentarsi l’occasione per mettere in cassaforte il risultato ; ripartenza della Parmonval che intercetta palla in mezzo al campo e con un veloce contropiede consente all’onnipresente capitano Totò Rappa di penetrare nell’area avversaria . Solo e con Fiduccia in disperata uscita, lo supera con grande freddezza inventandosi un delizioso pallonetto che termina la sua parabola in fondo al sacco : 2 a 0 e “ game over” . Finisce qui il “ derby” tra le due località marinare . Di seguito, alcuni cenni di cronaca. PRIMO TEMPO : è la Cephaledium a farsi viva al 5’ con un tiro dalla lunga distanza di Clemente G. che finisce alto di poco ; Parmonval che risponde con Sidoti, al 7’ ma il tiro risulta impreciso e si spegne sul fondo; 9’, tiro di Cardinale che termina alto e un 1’ dopo è Stassi ad avere una buona occasione su colpo di testa che sorvola la porta difesa da Fiduccia; 16’ ancora Stassi che prova il tiro dai 20 mt con la buona risposta del portiere ospite bravo a bloccare; si fanno vivi gli ospiti al 22’ con Marco Clemente che gira di testa un cross dalla destra finito però alto ; 29’ , rigore (ineccepibile) su Stassi messo giù in area “giallonera “ .Va sul dischetto il nostro numero nove che con freddezza indirizza il pallone nell’angolo opposto a quello scelto dal numero uno ospite: Parmonval 1 Cephaledium 0 . Reazione cefaludese con Marco Clemente, “smanaccia” Tarantino e palla in angolo. Ancora Cephaledium con Gianpiero Clemente di testa parato da Tarantino. SECONDO TEMPO : subito due cambi tra gli ospiti che sostituiscono al 1’ Clemente G. e Cipolla rispettivamente con Fazio e Portera; alcuni cambi ( che troveremo nelle note ) anche nella formazione dei padroni di casa. Atteggiamento spregiudicato degli ospiti all’affannosa ricerca del pari che si affidano all’estro di Marco Clemente che si fa notare al 9’ con un calcio di punizione sventato in angolo da Tarantino; 29’ tiro insidioso di Di Maggio che “ fa la barba “ al palo ; 46’ ancora Clemente Marco e palla fuori di un niente; 49’ contropiede Parmonval che consente a Rappa di presentarsi tutto solo nell’area degli ospiti e con calibratissimo pallonetto supera Fiduccia per finire in rete : gol e Parmonval in vantaggio per 2 a 0 .

Roberto Catalano – Resp.le Area Comunicazione e Stampa A.s.d.Parmonval