Cosa succede a chi mangia pomodoro quando ha fame? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia pomodoro quando ha fame? Chi mangia pomodoro quando ha fame assume un ottimo spezza fame. Il pomodoro, infatti, mangiato crudo ha l’effetto di gonfiare lo stomaco e quindi, di bloccare la fame e offrire in questo modo una forte sensazione di pienezza. Il pomodoro non appesantisce ed evita di arrivare al pasto successivo troppo affamati. Un alimento spezza fame, è bene sapere, deve possedere quattro qualità: poche calorie, straordinario potere saziante, tenere a freno l’appetito, ricaricare di energia. Tutte proprietà che possiede il pomodoro. Apporta, infatti, poche calorie, appena 17 ogni 100 grammi di prodotto, e contiene discreti quantitativi vitaminici. Le Vitamine del gruppo B, la vitamina D e la vitamina E con le note proprietà antiossidanti.

Quali sono i cibi spezza fame? I migliori cibi spezza fame sono le verdure ancora più della frutta perché è ricca di zuccheri. Le verdure più sazianti e meno caloriche sono le carote e i finocchi. Le carote apportano soltanto 27 kilocalorie per 100 grammi e sono composte per il 91% da acqua. Sono ricchissime di fibre e vitamine e contengono anche destrosio, ferro, potassio, magnesio, fosforo e calcio. I finocchi, invece, possiedono proprietà sgonfianti e grazie alle molte fibre hanno la capacità di riempire lo stomaco, regalando un facile e gradevole senso di sazietà. I finocchi, infine, apportano appena 15 calorie per 100 grammi e il 93% di acqua.

Quali cibi non spezzano la fame? I cibi da evitare quando si ha fame sono le merendine light, le barrette dietetiche e tutte quelle bibite indicate proprio per lenire la fame. Nelle merendine a basso contenuto di zuccheri, per esempio, vengono utilizzati degli ingredienti sostitutivi, come i dolcificanti e contengono grassi idrogenati, emulsionanti o aromi artificiali. Secondo alcuni studi scientifici se si mangiano troppi cibi light si finisce coll’aumentare l’apporto di zucchero nel nostro organismo, con il rischio di aumentare peso sottoponendosi al rischio diabete. Chi abusa di questi cibi abitua il corpo ai sapori dolci finendo col mangiare sempre più cibo che porta risultati disastrosi.

Quali sono i benefici del mangiare pomodoro? Il pomodoro aiuta la salute cardiovascolare, la linea, la vista ed è potenzialmente antitumorale. Il pomodoro contiene licopene che è un potente antiossidante che protegge dalle malattie legate all’invecchiamento cellulare. Il pomodoro riduce la formazione delle placche aterosclerotiche, aiuta a controllare la pressione arteriosa e aiuta anche a dimagrire. Il pomodoro è ricchissimo di acqua che stimola la diuresi, soprattutto se consumato crudo e fresco. Il pomodoro stimola la produzione di carnitina, un aminoacido utilizzato dall’organismo per trasformare i grassi in energia. Il pomodoro riduce il pH dello stomaco e stimola la digestione degli amidi.

Quanto pomodoro bisogna mangiare durante il giorno? Durante la giornata, per non correre rischi con la salute, non si dovrebbero mangiare più di 2/3 pomodori dalle medie dimensioni. Eccedere nelle dosi e mangiare molto pomodoro, può portare bruciore di stomaco, reazioni allergiche, problemi renali, sindrome dell’intestino irritabile. Ed ancora problemi urinari, emicrania, problemi gastrointestinali, problemi alle funzioni immunitarie, problemi alla prostata e diverticolite. Il pomodoro, infatti, è un cibo acido e consumarne molto può dare vita anche a reazioni allergiche, orticaria, starnuti, tosse, prurito alla gola. Attenzione ai semi dei pomodori che possono rimanere intrappolati nell’intestino crasso causando infiammazione o diverticolite.