Francesco: il giovane medico palermitano che vince fra le eccellenze

Un palermitano vince la Borsa di studio Gimbe 4 young che si assegna tra i migliori specializzandi d’Italia. Ad aggiudicarsi una delle borse del Gimbe4young per il corso formativo intitolato “Metodi e strumenti di clinical governance per la sostenibilità del Ssn”, che l’omonima fondazione assegna a 25 specializzandi delle università di tutto il territorio nazionale, è stato il palermitano Francesco Matteini. Classe 1991 specializzando dell’Università degli Studi di Palermo, presso la U.O.C. di Diagnostica per Immagini del Policlinico Universitario “Paolo Giaccone”, diretta dal Professore Massimo Midiri. Una lunga selezione, a cui hanno partecipato i laureati in Medicina e Chirurgia iscritti ad una Scuola di Specializzazione in Medicina. La Fondazione GIMBE, una eccellenza che ha lo scopo di favorire la diffusione e l’applicazione delle migliori evidenze scientifiche con attività indipendenti di ricerca, formazione e informazione scientifica, al fine di migliorare la salute delle persone e di contribuire alla sostenibilità di un servizio sanitario pubblico, equo e universalistico.

«Sostenere i giovani specializzandi durante i percorsi di formazione-dichiara il prof. Massimo Midiri, direttore della U.O.C. di Diagnostica per Immagini del Policlinico – continua a rappresentare uno degli obiettivi cardine della nostra Scuola in quanto gli specializzandi rappresentano i futuri dirigenti medici del nostro Sistema Sanitario Nazionale. In un contesto di costante aumento della domanda di servizi e di innovazione, di evoluzione dei modelli organizzativi del Servizio Sanitario, soprattutto alla luce delle attuali criticità di gestione del rischio legate all’attuale pandemia da COVID-19, questa borsa di studio vinta dal nostro specializzando, il Dott. Francesco Matteini,  costituisce una preziosa opportunità di studio e di confronto su tematiche di appropriatezza organizzativa, corretto uso delle risorse e miglioramento delle attività clinico-assistenziali del Sistema Sanitario Nazionale e sono certo che il know-how che apprenderà sarà un bagaglio fondamentale per il suo ed il nostro futuro».