Vende online biciclette rubate, denunciato un settantenne

Un settantenne ha messo in vendita su internet delle biciclette rubate a Natale. Denunciato un palermitano per ricettazione dalla polizia postale. Gli agenti con in mano un decreto di perquisizione emesso dalla Procura, hanno fatto irruzione nella sua abitazione trovando all’interno di un box le biciclette rubate precedentemente. Il blitz è scattato al termine di alcuni accertamenti informatici della polizia.

Nei giorni scorsi a Brescia una persona, scorrendo gli annunci on line, ha riconosciuto immediatamente la sua costosa bicicletta, che gli era stata rubata in zona stazione. I poliziotti, con veloce indagine, è riuscita a recuperarla, denunciando per ricettazione zio e nipote. Il furto era stato denunciato a novembre per un valore di 1.200 euro.

Tante le biciclette rubate e vendute on line

Sono diversi i casi di bici rubate e vendute on line scoperti dagli agenti. Due biciclette rubate sono state recuperate ad Alzano dalla polizia. Gli agenti fingendosi acquirenti, hanno recuperato due bici rubate in vendita proprio su internet, questo grazie ad elementi di riconoscimento forniti dai proprietari.

Il consiglio è di annotare il numero di telaio

Dal comandante della Polizia un suggerimento: «Consigliamo a tutti i proprietari di biciclette di annotarsi il numero di telaio ed ogni particolare utile al riconoscimento in caso di furto, perché ritrovarle si può». I proprietari delle due biciclette hanno ritirato le denunce in cambio delle scuse.

Nel mese di maggio a Torino un giovane ha cercato di vendere una bici rubata il giorno precedente su un sito web a un terzo del suo valore. L’annuncio è stato letto dal proprietario che ha fissato l’appuntamento con lui e lo ha fatto denunciare, riottenendo in cambio anche la sua bella bicicletta ancora intatta.

La polizia locale di Collegno si è presentata all’appuntamento e ha denunciato il venditore per ricettazione, riconsegnando la bicicletta al legittimo proprietario un giorno solo dopo il furto, avvenuto a Torino. Bisogna quindi fare molta attenzione quando si subisce un furto ai siti che vendono questi mezzi on line. Importante è fare una ricerca su internet quanto più accurata possibile.