Tecla Insolia è Nada. La depressione della mamma e perché non voleva cantare

Tecla Insolia è Nada. Appuntamento stasera alle 21.25 su Rai1 per la fiction “La bambina che non voleva cantare”. Il film ripercorre gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza della cantante Nada che debutta al Festival di Sanremo 1969, a soli 15 anni, con la mitica canzone “Ma che freddo fa”. Tecla Insolia, cantante e attrice 17enne, lo scorso anno ha debuttato a Sanremo nella categoria Nuove Proposte. Ha preso parte nei mesi scorsi al film “Vite in fuga”.

Leggi anche – Insolia è Nada. Vita, fidanzato, perché si chiama Tecla e la musica che ascoltava da bambina

Nel film Tecla Insolia (Nada) vive insieme alla nonna Mora, alla sorella Miria, al papà Gino, e alla mamma Viviana interpretata nel film da Carolina Crescentini. Papi la mamma soffre di una forte depressione. Suor Margherita scopre il talent musicale di Nada e la piccola comincia a credere che la sua voce aiuta a guarire la madre. Per Nada il canto, anche se controvoglia, si trasforma nella sua ragione di vita.

Tecla Insolia è nata nel 2004 e cresce a Piombino con la passione per la musica e per la recitazione. A cinque anni comincia a studiare canto e prese partecipa a diversi manifestazioni come il Festival di Castrocaro e il programma televisivo Pequeños gigantes. Nel 2019 vince Sanremo Young e l’anno dopo si presenta di nuovo nella categoria Nuove Proposte classificandosi seconda. Vince il Premio della sala stampa Lucio Dalla.