Una pianta facile per il balcone che allontana le zanzare: ecco qual è

Non tutti sanno che nel balcone di casa si possono anche mettere delle piante che allontanano le zanzare. In questo modo si evitano sostanze nocive per la salute. Una bella soddisfazione. Esistono infatti diverse piante facili da curare anche in questi piccoli spazi di casa in grado di tenere lontane le zanzare.

Per questo va messa in vaso vicino alle finestre proprio perché un ottimo repellente per le zanzare.

Oggi vi parliamo della Monarda. Una pianta semplice da coltivare che è conosciuta anche come pianta dell’incenso. Le sue caratteristiche sono simili alla citronella.

Monarda, una pianta perfetta per il balcone

Le foglie della Monarda, dalla forma allungata, rilasciano nell’aria un profumo simile a quello dell’incenso, che non è gradito dalle zanzare. Le sue foglie, se essiccate, possono essere utilizzate anche per la preparazione di tisane.

La monarda è facile da coltivare. Ama il luoghi soleggiati ma si sviluppa abbastanza bene anche in quelli semiombrosi.  Tollera il freddo ma non sopporta il caldo eccessivo. Questa pianta va innaffiata regolarmente ogni 3 – 4 giorni dalla primavera all’autunno. In inverno le annaffiature vanno sospese.

Tra la primavera e l’estate, una volta al mese, si può somministrare del concime liquido specifico per piante da fiore. E’ ricco di azoto, potassio e fosforo. Dall’autunno fino alla ripresa vegetativa ogni 2 – 3 mesi distribuire alla base della pianta un fertilizzante granulare a lenta cessione a basso contenuto di azoto.

Sul balcone questa pianta, se la teniamo nel vaso, visto che ama i terreni profondi, va travasata periodicamente in recipienti più grandi. Quando si esegue il rinvaso si consiglia di diradare anche i cespi e utilizzare terriccio fresco e fertile.

La Monarda fiorisce durante l’estate nel periodo compreso da giugno ad agosto. Durante il periodo della fioritura sugli apici dei fusti sbocciano fiori profumati con forma sferica  e con brattee di colore rosso, rosa o bianco. I fiori  sono riuniti in infiorescenze a forma di ombrello e sono ricchi di nettare, per questo attirano molte specie di insetti e soprattutto le api.