Come la cervicale influisce sulla glicemia? Ecco l’incredibile risposta

Non sappiamo con certezza se la cervicale influisce sulla glicemia. Al momento non esistono studi scientifici importanti che possono spingere a pensare che fra le due situazioni ossa esserci una reazione. La cervicale è un disturbo che i medici preferiscono chiamare cervicalgia. E’ un dolore che insorge all’altezza delle vertebre cervicali, ossia le sette ossa brevi che compongono il tratto della colonna vertebrale più vicino alla testa. Ecco la cervicale.

Le cause dea cervicale possono essere tante. La sedentarietà, la postura, alcuni eventi traumatici, alcuni problemi dentali. A volte il dolore cervicale insorge dopo essere stati in palestra. Ci sono alcuni attrezzi e certi esercizi che possono favorirlo. A volte la patologia può insorgere dopo aver mangiato. In questi casi, è bene sapere, può essere dovuta a una malocclusione dentale, oppure a gengiviti o alla mancanza anche di un molare.

I muscoli cervicali , esattamente come gli altri muscoli, sono composti di acqua, proteine, minerali ed altri elementi. Se si mangia male, fuori orario, o se si saltano i pasti , il corpo è costretto ad attingere glicogeno. Oltre che nel fegato, buona parte del glicogeno dell’organismo è stoccato nel tessuto muscolare. Ecco allora perché una buona alimentazione è fondamentale anche per la salute del tessuto muscolare e della cervicale.

Per aiutare la cervicale occorre bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno, mangiare almeno 3 frutti, mangiare verdura ad ogni pasto, fare spuntini a metà mattina e a metà pomeriggio. Ed ancora evitare il più possibile insaccati, affettati e formaggi perché sono ricchissimi di sodio, che riduce l’idratazione cellulare. Attenzione anche a tenere degli orari corretti per i pasti, anche se si lavora di notte. E allora buona cervicale.