Ai Siké il premio internazionale della critica. Nel trio anche una cefaludese

I Siké, un trio musicale che propone canti siciliani, hanno vinto il premio della critica internazionale nel più importante contest europeo di world music. Hanno partecipato, al teatro “Si ‘e boi” di Selargius, in provincia di Cagliari, alle due serate della finale del Premio Andrea Parodi. La manifestazione, sotto la direzione artistica di Elena Ledda, è stata presentata da Ottavio Nieddu e Gianmaurizio Foderaro. Prestigioso partner del Premio è stato Rai Radio 1.
 
I Siké sono un gruppo fondato nel 2018 da due siciliani ed un calabrese. I cantanti sono Vittoria D’Angelo di Cefalù e Giuseppe Creazzo Pantano di Siracusa che è anche il compositore. Alla chitarra c’è Fabio De Vincenti di Crosia in provincia di Reggio Calabria. I tre si sono conosciuti al Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Insieme si propongono di valorizzare la cultura tradizionale riscoprendo i brani popolari siciliani, riarrangiati e rivisitati in chiave moderna e  world music. Propongono brani originali sempre in dialetto siciliano. 
 
Alle serate finali della XIV edizione del Premio Andrea Parodi, che si è svolto in Sardegna, hanno partecipato 8 finalisti. I Siké hanno vinto il Premio: “Menzione della Critica Internazionale”.
 
«Dedichiamo questo premio – dicono i Siké – alle tradizioni siciliane, quelle vecchie che si tramandano e quelle nuove che si creano. L’avvicendarsi dell’antico e del contemporaneo è un tema centrale nella nostra ricerca artistica e a queste profonde radici musicali siciliane dedichiamo il premio. Inoltre dedichiamo questo traguardo al femminile siciliano: a tutte le nonne, le mamme e le sognatrici siciliane».