La Giunta ha assegnato i toponimi ad aree che ne erano sprovvisti

La Giunta Municipale di Cefalù, preso atto che alcune aree pubbliche del territorio comunale risultano prive di denominazione e, allo stato attuale, indicate unicamente con sigle alfanumeriche, con non pochi disagi per i cittadini a causa della difficoltà nell’immediata identificazione delle stesse, nei mesi scorsi ha avviato l’iter di legge per l’attribuzione di toponimi.
A tal fine la Commissione Toponomastica Comunale, dopo un attenta analisi topografica e amministrativa, nonché dei profili biografici e dei curricula di personaggi che si sono distinti in ambito culturale, sociale demo-etnoantropologico e che hanno speso la propria vita a difesa dei valori fondanti la comunità nazionale riconosciuti dalla Costituzione Repubblicana, ha espresso all’unanimità parere favorevole in merito alle proposte di intitolazione che in data 1 dicembre 2021 sono state approvate con Delibera di Giunta.
Le proposte di intitolazione sotto elencate saranno adesso inviate alla Prefettura di Palermo alla quale compete, per legge, il rilascio del necessario nulla osta.
Si elencano di seguito le aree pubbliche oggetto di intitolazione:
1.Tratto della strada di collegamento tra Via L.Capuana e via
L.Pirandello: “ Via Lorenzo Spallino” .
2.Traversa di Via Pietragrossa (zona ex Parrocchia Spinito): “Via
Adolfo Omodeo”.
3.Scalinata di collegamento della via Juvara e via Antonello Da
Messina: “Passaggio Concetta Giardina”.
4.Via B3 traversa di Piazza G.Gentile: “Via Nico Marino”.
5.Cortile O3 traversa di Via Sabin: “Cortile Maestro Vincenzo
Curreri”.
6.Via R1 traversa di Via Juvara: “Via Luciana Frezza”.
7.Via B Traversa di Via De Gaetani: “ Via Pietro Saja”.
8.Cortile T traversa di Via Falcone e Borsellino: “Cortile Malca
(Malvina) Milman”.
9. Cortile V traversa di Via Maestro Pintorno: “Cortile Elvira
Guarnera”.
10.Tratto viario compreso dal parcheggio di Via Verga a Via
G.Giglio: “Via Pasquale Culotta”.
11.Area Comunale attualmente adibita a parcheggio, adiacente via Belvedere: “Largo Carboni e Iannitti”.
12.Largo adiacente la Chiesa dello Spirito Santo – quartiere Spinito:
“Largo Vittime Strage di Nassiriya”.
13. Piazzale esistente all’incrocio tra via Avv. V. Cirincione e Via
Pietragrossa: “Piazza San Giovanni Paolo II”.
14. Segmento viario, attualmente privo di denominazione,
compreso tra l’incrocio con Via Meli e l’incrocio con Via
Brancati: “Via Rosario Ilardo”.
15. I Viale del Cimitero: “Viale del Milite Ignoto”.
16. Via B2: “Via Angela Di Francesca”.
Infine, l’Amministrazione comunale con separato atto, su parere unanime della Commissione toponomastica, facendo propria la proposta più volte avanzata da Mons. Crispino Valenziano, già Rettore della Chiesa della SS. Trinità presso l’ex Convento di San Domenico, ha deciso di sottoporre agli organi competenti, ossia la Prefettura di Palermo, la Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Palermo e l’Istituto di Storia Patria, il cambio di denominazione dell’attuale Cortile Rosariello in “Cortile Mons. Emiliano Cagnoni”, preso atto del forte legame esistente tra il luogo in questione e la figura del Vescovo che resse la Diocesi di Cefalù per ben 35 anni.