Cosa succede a chi mangia 7 banane e 5 cachi al giorno? Incredibile con la glicemia altissima.

Assumere troppe banane porta all’iperkaliemia. Si ha infatti un accumulo eccessivo di potassio nell’organismo con danni alle cellule muscolari e nervose. Mangiare troppi cachi, invece, può dare problemi intestinali quali diarrea e mal di stomaco.

Chi non deve mangiare le banane?

Apportano alte percentuali di zuccheri. Per questo potrebbero alzare i livelli di glicemia. Vanno, quindi comsumate con attenzione da chi soffre di diabete e obesità. Attenzione devono presentare anche coloro che soffrono di ulcera gastroduodenale. Il consiglio è di comsumarle con molta cautela. Offrono chitinasi e danno problemi a coloro che sono allergici al lattice e ad alcuni tipi di frutta. In caso di allergia al lattice è quindi bene fare attenzione al consumo di banane.

Chi non deve mangiare i cachi?

Danno molti zuccheri e quindi se si decide di consumarli durante il pasto è meglio rinunciare a pane e pasta. Questi frutti, poi, non sono adatti a chi soffre di diabete o è in sovrappeso. Se mangiati in dosi eccessive possono favorire i picchi di glicemia. Anche chi soffre di colite deve stare molto attento a mangiarli. E’ consigliabile non mangiarli di sera: gli zuccheri, presenti in abbondanza, tendono a depositarsi nel corpo e vengono convertiti in grasso. Meglio consumarli durante la giornata.

I cachi contrastano il colesterolo?

Proteggono il cuore. Possiedono carotenoidi, tannini, fenoli, proantocianidine e catechine. Sono tutte molecole bioattive importantissime. Sono proprio questi composti che permettono ai cachi di avere proprietà benefiche. Le sostanze bioattive sono in grado di abbassare il colesterolo e la pressione sanguigna. Questo si traduce in più salute per il cuore. Alcune di queste molecole sono antiossidanti che proteggono dai radicali liberi. Proteggono quindi la pelle e la rigenerano rendendola sana e giovane. Questo forte potere antiossidante conferisce ai cachi anche delle proprietà antitumorali. Recenti studi hanno evidenziato come queste sostanze bioattive fanno bene a chi ha la glicemia alta.

Cosa contengono le banane?

Le banane possiedono diversi minerali e vitamine. Sono un’ottima fonte di potassio e pectina. Quest’ultima è una particolare fibra. Apportano buone quantità di vitamina B3, magnesio, fosforo e vitamina C. Contengono meno acqua rispetto alla maggior parte della frutta. Apportano molto zucchero e possono anche provocare un aumento della glicemia rispetto ad altri frutti. Ecco cosa contengono le banane:

  • Acqua 74,91%.
  • Kcal 89.
  • Proteine 1,09%.
  • Grassi 0,33%.
  • Di cui saturi 0,112%.
  • Carboidrati 22,84%.
  • Fibre 2,6%.