Attenzione alla carenza di melatonina: da cosa dipende e cosa può accadere

La melatonina è un ormone che va ad intervenire all’interno del nostro organismo sul ritmo sonno veglia. Essa riesce a regolarizzare in maniera ottimale ore di riposo per ogni essere umano. Durante il periodo iniziale della nostra vita, quindi quando si è neonato, la produzione di melatonina è molto bassa e questo è dovuto al fatto che vi è una funzionalità ancora non regolarizzata dell’ipofisi.

Andiamo a vedere adesso, all’interno di questo articolo, diverse informazioni sulla melatonina. Innanzi tutto scopriremo in quali cibi è contenuta ma sopratutto andiamo a capire a cosa serve e quali possono essere gli effetti indesiderati.

Quali sono i cibi che contengono melatonina

Di certo la melatonina non si trova in tutti i cibi ma prevalentemente in quelli che vengono assunti durante la sera. Infatti possiamo trovarli in alimenti di origine vegetale quali il mais, le mandorle e l’avena ma anche il cacao e le mele. In alcuni frutti come le ciliegie, l’ananas e le banane o in frutta secca come le noci. Buone quantità di melatonina si possono trovare anche nelle arance e nello zenzero.

A cosa serve la melatonina

Come abbiamo già sottolineato all’inizio di questo articolo la melatonina è un ormone che viene prodotto dal nostro organismo e ci aiuta a regolare, mantenere e ristabilire l’intero equilibrio tra il sonno e la veglia. Se i livelli di questo ormone sono troppo ridotti allora si può andare incontro ad episodi di insonnia ma anche a possibili risvegli precoci così come ad avere difficoltà nel prendere sonno.

Effetti negativi della melatonina

Abbiamo già visto cosa può accadere se i livelli di melatonina sono bassi. Si va incontro ad insonnia o risvegli precoci nella maggior parte dei casi. Attenzione però perchè anche la sonnolenza diurna può essere un sintomo da mancanza di melatonina. Inoltre anche mal di testa e vertigini, in casi eccessivi, possono essere causati da questa condizione.

Come assumere melatonina

Oltre ai cibi che contengono questo ormone possiamo anche utilizzare dei veri e propri integratori. Se ad esempio abbiamo difficoltà ad addormentarci potremo assumere circa tre o quattro ore prima di andare a dormire 5 milligrammi di melatonina per bocca per almeno quattro settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.