Come cucinare le patate per non essere tossiche? Ecco il trucchetto della nonna

Come cucinare le patate per non essere tossiche? Ti sono rimaste patate al forno? Pensi di conservarle per utilizzarle il giorno successivo? Pensi di tagliarle per farne un’insalata per la cena? Non farlo. Può fare molto male. Le patate cotte hanno diversi rischi per la sicurezza alimentare. Sono soggette alla crescita batterica per diversi motivi. Sono umide, contengono proteine ​​e hanno un pH neutro o leggermente acido. Tutto questo porta alla crescita di microrganismi e alla produzione di tossine. Le patate diventano a rischio quando vengono tenute troppo a lungo nella zona di pericolo della temperatura che varia da 41 gradi F a 135 gradi F.

Come cucinare le patate a purè, lesse o ad insalata? Assicurati che le patate vengano mangiate entro due ore dalla cottura o mantieni le patate a 140 gradi F o più calde. Oppure mettili in frigorifero entro due ore dalla cottura. Questo va fatto con il purè di patate, la zuppa di patate, le patate lesse e l’insalata di patate. Se invece ve ne restano ecco come cucinare le patate: togliete la pellicola prima di metterle in frigorifero.

Molte volte l’insalata di patate viene preparata con maionese o olio. Con questi alimenti le patate trovano un terreno fertile per le tossine di origine alimentare come la salmonella o la listeria. Questo quando non viene mantenuta la temperatura corretta. Ecco come cucinare le patate quando vengono fatte ad insalata. Vanno conservate fredde.

Come cucinare le patate che sono uno degli alimenti più mangiati dagli uomini? Non hanno grassi, né colesterolo. Contengono solo 110 calorie. Mangiando una patata di medie dimensioni con la buccia, si ricevono il 45% del valore giornaliero raccomandato di vitamina C che è un ottimo antiossidante. Le patate possiedono più potassio delle banane. Una patata di medie dimensioni contiene il 18% del valore giornaliero raccomandato di potassio. Una patata di medie dimensioni contiene 26 grammi di carboidrati. Questo è solo il 9% del valore giornaliero raccomandato. I carboidrati complessi sono una grande fonte di energia per il corpo.