Cosa succede a chi mangia broccoli e miele con il diabete a 100? Incredibile

Chi ha il diabete dovrebbe preferire il miele allo zucchero. Secondo uno studio pubblicato sul National Library of Medicine quello naturale abbassa la glicemia. Ma attenzione perchè entrambi vanno consumati con molta attenzione con il glucosio elevato. I broccoli sono ricchi di solfurafano che è un antiossidante in grado di abbassare i livelli di zucchero nel sangue.

Cosa non mangiare con il diabete a 100? Bisogna preferire riso, pane e pasta integrale anzichè i prodotti raffinati. Sono i cibi che vengono sottoposti a diversi processi di lavorazione pur di essere facili da utilizzare e assumere. In particolare sono tutti i piatti pronti come cereali da colazione, bastoncini di pesce e pollo, polpette, bevande zuccherate e succhi di frutti, patatine, dolciumi e pane caldo ma non fresco. A mangiarne troppi si rischia l’aumento di glicemia e colesterolo e di conseguenza le malattie cardiovascolari. Attenzione quindi al pane bianco, ai cracker e ai grissini.

I broccoli fanno bene a chi ha il diabete? Tra le verdure che i nutrizionisti consigliano ai diabetici ci sono quelle con un basso indice glicemico. In particolare quelle a foglia verde come lattuga, spinaci e rucola, cavoli e cavolfiori ma anche gli ortaggi quali zucchine, peperoni, pomodori e melanzane. Oltre a fare bene a chi ha il diabete i broccoli hanno un effetto disintossicante sul nostro organismo. Possiedono infatti le glucorafanine che agiscono sulle molecole che sie spongono alla tossicità e le spingono ad essere eliminate dal nostro corpo. Tutto questo fa molto bene al fegato perchè in genere vi si accumulano le sostanze di scarto ma anche i grassi da eliminare. I broccoli possiedono inoltre molte fibre (3%) e tanta acqua (90%). Per questo sono considerati una verdura ad effetto detox. In altre parole aiutano a eliminare in modo semplice le tossine dal nostro organismo purificandolo e depurandolo.

Come cucinare i broccoli con il diabete? Il sito diabete.net consiglia i broccoli saltati. Dopo averli lavati e sgocciolati si versano in un tegame dopo avervi soffritto olio, aglio e peperoncino. Farli cuocere per circa 45 minuti a fuoco lento e con un coperchio sulla pentola. Una volta cucinati vanno serviti ancora caldi. Una porzione contiene 187 calori con 5 grammi di glucidi, altrettanti di proteine e il triplo di lipidi. In alternativa si possono cucinare anche al vapore. In questo caso alla fine si avrà un piatto di verdura che non ha perso le proprie sostanze nutritive nel liquido dove è stata preparata. In particolare non ci sarà la perdita molto eccessiva di vitamina C che fa sempre molto bene ai diabetici.

Chi non deve mangiare il miele? Possiede molte calorie e per questo non è indicato per chi è in sovrappeso o obeso. E’ sconsigliato anche ai bambini al di sotto di un anno di età in quanto si rischia l’infezione da tossina botulinica. Un utilizzo eccessivo porta uno squilibrio nutrizionale in quanto contiene zuccheri semplici. Si va anche incontro a carie dentaria e aumento della glicemia. Il miele di acacia sembra essere quello più digeribile. Alcuni esperti lo consigliano per lo stomaco e per l’intestino in quanto ha proprietà lassative e anche antinfiammatorie.

broccoli