Non comprare questa marca di riso perchè ha pesticidi dentro: ecco di che marca parliamo

Il riso è tra i prodotti più consumati al mondo. L’Italia è il paese europeo che produce più riso. E’ coltivato soprattutto in Piemonte ed in Lombardia. L’elenco dei tipi riso in commercio è lunghissimo: Carnaroli, Vialone nano, Padano, Arborio, Roma, Baldo, Originario, Ribe, Thaibonnet, Balilla, Jasmine, Nero, Artemide, Rosso, integrale e pairboled. A seconda del tipo di riso ci sono cotture differenti. Negli scaffali dei supermercati i marchi di riso so diverso. Si trovano esposti confezioni di diverso tipo dove le aziende imprimono il loro nome sugli scatoli.

Nell’ultimo periodo sono stati segnalati alcuni casi di riso contaminati. Il Ministero della Salute sempre attento ha emanato un richiamo per una marca di riso che contiene Triciclazolo oltre i limiti di legge. Si tratta del riso vialone nano Prix in confezione da un chilo e con scadenza 14/11/2024. Il Triciclazolo è un pesticida usato fino a qualche anno fa si per contrastare nel riso il parassita brusone, la Piricularia oryzae. Certo non è bello aprire un pacco di riso sapendo che vi si possono trovare dei pesticidi. I consumatori sono preoccupati per le notizie sui rischi che si corrono con la salute quando i pesticidi arrivano a tavola.

Perchè nel riso si trovano i pesticidi? La risposta è assai semplice. Molte volte le piante di riso vengono danneggiate da piccole larve o vegetali ma anche insetti che trasmettono diverse malattie alle stesse piante. Per eliminare questi animaletti dal riso si utilizzano pesticidi che sono microrganismi oppure sostanze chimiche che a volte sono prodotte industrialmente. I pesticidi si utilizzano per proteggere la salute della pianta e garantirne la sua sopravvivenza. I pesticidi portano molti vantaggi ma anche alcuni pericoli.

Il modo migliore per controllare i parassiti e le malattie del riso è la prevenzione. Certo se il riso è prodotto pulendo il campo dove si coltiva ma anche le attrezzature che si utilizzano nelle risaie molti problemi con questi animaletti si potrebbero evitare. Purtroppo a volte, invece, il riso si conserva in contenitori con molta umidità. Va detto subito che non tutti i pesticidi sono pericolosi allo stesso modo. Il glifosato, per esempio, è molto pericoloso nonostante è tra gli erbicidi più utilizzati al mondo.

In conclusione vi diamo alcuni consigli per cercare di evitare che le sostanze chimiche arrivino sulle nostre tavole con il riso. Bisogna portare a tavola il riso dell’agricoltura biologica perchè non impiega antiparassitari. A posto dei prodotti chimici, infatti, si usano preparati vegetali, non pericolosi per l’uomo e per l’ambiente, molto efficaci per combattere i parassiti. Molto efficaci sono i preparati di ortica. L’infuso di ortica, per esempio, si può usare come insetticida contro i pidocchi delle piante: afidi e cocciniglia.