Cerda: in un mese la differenziata arriva al 68%

A Cerda in appena trenta giorni la raccolta differenziata ha raggiunto il 68%. Un risultato eccezionale che spinge quanti la portano avanti verso nuovi obiettivi. In un mese sono stati raccolti 69.170 chili di umido, 5.590 chilogrammi di plastica, 2.520 chili di carta e cartone, 3.800 chili di vetro e 43.880 di indifferenziata. Soddisfatto il sindaco Giuseppe Ognibene: «l’ottimo risultato è stato ottenuto grazie a tutta la cittadinanza che ha risposto alla grande nel differenziare i rifiuti. Il grazie va anche agli operatori ecologici, all’ufficio tecnico, al controllo della polizia municipale e alla presenza costante dei dirigenti di ecologia e ambiente». Su risultati raggiunti abbiamo sentito Vito Matranga e Francesco Mannone dirigenti di ecologia e ambiente.

A Cerda avete raggiunto il 68% nella raccolta differenziata dopo appena un mese. Qual è il segreto?  Grande lavoro in sinergia con i cittadini, dell’Amministrazione Comunale e dell’ATO Palermo 5.

Che significa per i cittadini un risultato del genere? Significa risparmi nei conferimenti in discarica e quindi meno inquinamento ambientale e più salute pubblica dei cittadini.

Cosa occorre fare per andare avanti e raggiungere percentuali più elevate?Incentivare i cittadini attraverso il conferimento diretto nelle isole ecologiche con il riconoscimento di una premialità delle materie prime conferite (Bottiglie in vetro, plastica, carta).

Perché oggi bisogna portare avanti la differenziata?
Perchè è un obbligo previsto dalla legge e tutti i comuni devono raggiungere obbligatoriamente il 65%, altrimenti saranno sanzionati.Infine per qualità della vita ambientale e preservarlo perle future generazioni.

Che consiglio si può dare a quei comuni che non riescono a decollare nella raccolta differenziata?
Anzitutto in una prima fase devono attivarsi con immediatezza all’avvio del sistema di raccolta porta a porta e togliere tutti i cassonetti dal territorio. Fare una corretta informazioni dell’organizzazione della raccolta differenziata, dando precise indicazioni ai cittadini con appositi opuscoli di facile consultazione ed indicazione. In una seconda fase effettuare i controlli con i vigili urbani e gli operatori ecologici per fare rispettare e chiarire come deve essere fatta.