Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Dopo 42 anni torna il Giro di Sicilia
Cefalunews

Dopo 42 anni torna il Giro di Sicilia

L’ultima edizione del Giro di Sicilia si è svolta nel lontano 1977. Dopo 42 anni torna una delle più antiche corse a tappe del ciclismo italiano. La prima edizione risale al 1907, due anni prima dell’inizio del Giro d’Italia

Il Giro di Sicilia 2019 è il frutto di un accordo tra la Regione e RCS Sport. La Sicilia ospiterà, inoltre, tre tappe del Giro d’Italia 2020 e la partenza della Corsa Rosa nel 2021. Sarà un ritorno in grande stile. Le tappe previste sono quattro. Ecco il percorso.

Mercoledì 3 aprile la prima tappa: Catania – Milazzo. Un percorso quasi interamente pianeggiante con passaggio da Taormina e da Messina, poi gran premio della montagna al Colle San Rizzo, km 109,4, infine l’avvicinamento e l’arrivo a Milazzo.

Giovedì la seconda tappa: Capo d’Orlando – Palermo. E’ la più lunga. Il percorso di 236 km si snoderà lungo il litorale tirrenico dell’isola, ma al bivio per Castelbuono la strada comincerà a salire verso Geraci Siculo, fino al gran premio della montagna posto al km 108, poi la corsa proseguirà tra le valli delle Madonie con passaggio a Petralia Soprana, Il Borgo dei borghi 2019. Successivamente i corridori, dopo aver attraversato Castellana Sicula, Cerda e Caltavuturo, affronteranno la discesa verso Termini Imerese, dove il gruppo percorrerà la parte pianeggiante della tappa fino a Palermo.

La terza tappa partirà da Caltanissetta ed arriverà, dopo 188 km, a Ragusa. Un percorso complicato, fatto di salite e discese. La strada diventerà pianeggiante nel tratto verso Vittoria e fino a Comiso. Nel finale i corridori dovranno affrontare la salita di Serra di Burgio, l’ascesa prevede tratti di strada con pendenze del 10%. Poi la discesa con arrivo nel centro di Ragusa.

La corsa si concluderà sabato 6 aprile con arrivo sull’Etna. La tappa di 119 km è divisa in due parti. Dopo la partenza da Giardini Naxos i corridori dovranno affrontare la prima salita di ‘Mungibello’ fino ai 1000 metri di Maletto, dove è posto al km 54 il primo gran premio della montagna della tappa. Poi nella seconda parte il gruppo affronterà la discesa verso Belpasso ed infine la salita finale di 20 km sempre verso la cima dell’Etna, in un spettrale e spettacolare ambiente lunare e con un dislivello che nei primi otto chilometri raggiunge il 12%. L’arrivo è previsto al Rifugio Sapienza che si trova a 1.892 metri sul livello del mare.

Fonte oasport.it

REDNEWS