Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Ecco come ridurre il colesterolo alto: «Chi mangia fagioli vive cent'anni»
Cefalunews

Ecco come ridurre il colesterolo alto: «Chi mangia fagioli vive cent’anni»

«Chi mangia fagioli vive cent’anni». Mangiare tutti i giorni legumi potrebbe abbassare i livelli di colesterolo “cattivo”. Secondo i ricercatori del St. Michael’s Hospital di Toronto in Canada una porzione quotidiana di legumi apporta cambiamenti positivi ai livelli di colesterolo LDL. Lo studio è stato coordinato dal dottor John Sievenpiper della divisione di Nutrizione Clinica dell’ospedale e Risk Factor Modification Centre.

I risultati dicono che 130 grammi di legumi al giorno fanno la differenza per la salute cardiovascolare. Lenticchie, fagioli, ceci e piselli hanno un Indice Glicemico (IG) molto basso perché vengono scomposti molto lentamente. «Abbiamo tanto spazio nelle nostre diete per aumentare l’assunzione di legumi e trarre benefici cardiovascolari – spiega il dottor Sievenpiper – i legumi già svolgono un ruolo in molte diete tradizionali, incluse la Mediterranea e quella dell’Asia meridionale. Come bonus aggiuntivo, sono poco costosi». Sono stati analizzati i dati di 21 studi clinici che hanno coinvolto in totale due migliaio di persone. Nel corso di un periodo medio di sei settimane i regimi alimentari che comprendevano il consumo di legumi portavano a ridurre il peso più rispetto a quelle che non contenevano questo tipo di alimento. Merito soprattutto delle fibre contenute nei legumi che riducono l’assorbimento di grassi e zuccheri e contemporaneamente aumentano il senso di sazietà. 

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Piperina e Curcuma PLUS, l'unico integratore che ti fa perdere peso

Ti potrebbe interessare:

«Nel 90% dei casi – commenta il Dottor Russell De Souza – il fallimento delle normali diete è dettato dalla fame e da quell’irrefrenabile desiderio di cibo che porta, dopo settimane di sacrifici, a mandare all’aria tutti i risultati ottenuti per prendere di mira quello che precedentemente era proibito. Introducendo i legumi si aumenta il senso di sazietà del 31% riducendo così il bisogno di mangiare altro cibo e, allo stesso tempo, impedendo il tanto temuto effetto fisarmonica. Non è tutto, consumare un’adeguata quantità di questo alimento permetterebbe anche di controllare glicemia nonchè di abbassare il colesterolo cattivo (LDL) del 5% e, di conseguenza, ridurre il rischio di malattie cardiovascolari».

I benefici dei legumi come anticolesterolo sono noti da tempo e sono spesso consigliati anche alle persone con problemi di iperglicemia. Sono considerati un piatto povero, ma completo, molto utile nei casi di debilitazione o superlavoro fisico e intellettuale. Insomma, un alimento sano e poco costoso, indubbiamente da rivalutare.

Le proprietà dei fagioli

I fagioli appartengono alla famiglia delle Leguminose e sono ricchi di proteine e fibre, sali minerali. Contengono aminoacidi tra cui arginina, lisina e acido glutammico. Come tutti i legumi hanno un ruolo importante nella nostra alimentazione. Aiutano, in particolare, ad equilibrare l’apparato intestinale, abbassano il colesterolo nel sangue ed hanno basso indice glicemico. Per questo sono consigliati in caso di problematiche intestinali quali stitichezza ed infiammazione intestinale. Grazie alla buona quantità di ferro e di sali minerali sono utili in caso di anemia per rinforzare il sistema nervoso. Sono controindicati nei casi di gotta e artrite.

Ti potrebbe interessare: