Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Ridurre il Colesterolo cattivo: è importante anche l’orario in cui si mangia
Cefalunews

Ridurre il Colesterolo cattivo: è importante anche l’orario in cui si mangia

Un nuovo studio condotto dalla National Yang-MIng University di Taipei, a Taiwan ha messo in risalto alcuni fattori che possono aiutare a ridurre il colesterolo cattivo. Per ottimizzare i valori è infatti importante mantenere sotto controllo anche l’orario in cui si mangia.

Ti potrebbe interessare:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Piperina e Curcuma PLUS, l'unico integratore che ti fa perdere peso

Il Colesterolo Cattivo, noto come LDL, rappresenta un fattore di rischio per lo sviluppo delle patologie cardiovascolari, in primis per l’aumento del rischio infarto e per le diverse complicazioni che possono portare al rischio ictus e di altre malattie neuro-degenerative. Questo ultimo studio pone l’attenzione sull’orario in cui si mangia, sia per quanto riguarda l’orario del pranzo, sia per quanto riguarda l’orario della cena, alla base della ricerca, infatti, coordinata dal professore associato di salute pubblica Hsin-Jen-Chen, la considerazione che il nostro organismo tende a produrre lipoproteine soprattutto durante la notte.

Lo studio ha osservato un gruppo di pazienti che hanno consumato un pasto medio di 100 Kcal, durante il periodo di osservazione è stato progressivamente spostato l’orario del pasto, dall’orario di pranzo, sino all’orario di tarda cena. Per i pasti principali sono stati osservati 3 intervalli di tempo: il mattino tra le 5 e .e 9.29, a Mezzogiorno tra le 11.30 e le 13.39 e la sera tra le 17.30 e le 20.30.

In base all’orario del pranzo e della cena, per un periodo da 1 a 3 settimane, i pazienti partecipanti allo studio sono stati analizzati dal punto di vista delle Kcal medie apportate. I risultati hanno dimostrato una media di 385 Kcal al mattino, 522 Kcal a Mezzogiorno e 557 la Sera. Il risultato, quindi, dimostra una netta riduzione delle lipoproteine prodotte se si spostano i pasti più abbondanti dalla sera verso la mattina.

Per ridurre il colesterolo cattivo occorre quindi ridurre le porzioni e soprattutto i grassi nella tarda serata.

Le buone abitudini e le sane scelte alimentari rimangono sempre le più valide come confermato da questo ennesimo studio. Per ridurre il livello del colesterolo cattivo è buona norma evitare pasti molto pesanti e soprattutto con molti grassi in tarda serata. E’ importante mantenere sotto controllo l’apporto di grassi saturi preferendo acidi grassi sani come l’olio di oliva e l’olio della frutta secca. Oltre quindi all’importanza di seguire una dieta anti-colesterolo, questa ricerca offre importanti indicazioni sulla necessità di regolarizzare l’orario dei pasti evitando pesanti cene in tarda serata che portano ad un aumento del colesterolo cattivo e che quindi, nel tempo, possono aumentare i fattori di rischio per lo sviluppo di diverse patologie.

Ti potrebbe interessare: