Farmaci contraffatti in Italia: ecco 10 regole per riconoscere i falsi farmaci

Farmaci falsi circolano in Italia. L’alert è stato diramato dall’Aifa, che invita a prestare attenzione alle forniture di Neupro, Vimpat, Clexane e Spiriva. Neupro si utilizza per la malattia di Parkinson, Vimpat per le crisi epilettiche, Clexane è un anticoagulante e Spiriva viene prescritto per il trattamento della Bpco. L’AIFA invita gli operatori a segnalare agli indirizzi: [email protected] e [email protected] ogni anomalia in caso di rinvenimento di confezioni con caratteristiche non conformi o eventuali offerte di acquisto dei prodotti menzionati nella lista.

Regole per riconoscere i falsi farmaci

  1. Fiducia nel venditore. I medicinali sono venduti nelle farmacie. Alcuni sono disponibili solo su prescrizione medica. La prima attenzione da avere è al venditore del farmaco che si sta acquistando. E’ illegale vendere medicinali senza scatola completa, contenitore, blister e foglietto illustrativo. In presenza di tutto questo siete di fronte a farmaci contraffatti ovvero falsi farmaci.
  2. Attenzione alle farmacie on line. Non bisogna aver paura di comprare medicine online. E’ importante però è essere sicuri che il sito da cui si sta acquistando è affidabile. Per questo, sul sito del Ministero della Salute si trova un elenco delle farmacie autorizzate alla vendita online. E’ bene ricordare anche che la vendita online è autorizzata solo per i farmaci da banco, mentre i medicinali con obbligo di prescrizione medica possono essere venduti solo nei punti vendita fisici. Se la farmacia on line non è nel sito del Ministero rischiate di acquistarvi farmaci contraffatti ovvero falsi farmaci. 
  3. Attenzione al sito internet delle farmacie on line. Le farmacie che vendono prodotti da banco tramite il loro sito internet devono esporre in ogni pagina del sito un apposito logo, che rimanda a una scheda nella quale sono forniti tutti i dettagli riguardanti l’autorizzazione.  Il logo riporta l’indicazione “clicca qui per verificare se questo sito web è legale” e, quando viene cliccato, riporta alla scheda presente sul sito ufficiale del Ministero della Salute. Per fare acquisti sicuri insomma non basta che sul sito sia indicata la parola farmacia. Attenzione perché per un italiano su quattro questo requisito sembrerebbe sufficiente per acquistare farmaci e altri prodotti per il benessere e la salute, nonostante i potenziali pericoli. Se nelle pagine del sito della farmacia on line non è possibile effettuare la verifica del sito web rischiate di acquistarvi farmaci contraffatti ovvero falsi farmaci.
  4. Attenzione al foglietto illustrativo. Osservatelo attentamente per vedere se vi sono errori di ortografia perché potete stare certi che siete di fronte a falsi farmaci. Prestare attenzione se vi è contenuta l’origine del prodotto e gli ingredienti attivi. Se tutto questo non vi appare chiaro siete di fronte a farmaci contraffatti ovvero falsi farmaci.
  5. Attenzione alle etichette adesive se i lembi non sono sovrapposti bene. Se i lembi non sono sovrapposti bene siete di fronte a farmaci contraffatti ovvero falsi farmaci.
  6. Attenzione alla difformità nelle dimensioni del medicinale. Se la medicina non è della grandezza solita siete di fronte a farmaci contraffatti ovvero falsi farmaci.
  7. Attenzione alle sbavature di inchiostro e le ‘imitazioni’ di nomi di medicinali famosi ‘storpiati’ ad arte per farli sembrare uguali. In presenza di tutto questo siete di fronte a farmaci contraffatti ovvero falsi farmaci.
  8. Attenzione alla grandezza della confezione. Se è più grande o più piccola di quella nel quale trovate in genere il vostro farmaco siete di fronte a farmaci contraffatti. Scatole con colori sbiaditi, fialette e compresse dalle dimensioni irregolari, marchi diversi da quelli originali nascondono sempre falsi farmaci. 
  9. Attenzione al bollino identificativo. Ogni confezione in vendita in canali legali ha un bollino identificativo dal quale si può risalire alla storia del prodotto. In caso di dubbio o in presenza di farmaci ritenuti contraffatti è necessario recarsi con immediatezza presso la più vicina Stazione Carabinieri, anche per poter consentire di dare inizio agli accertamenti del caso.
  10. Attenzione ad acquistare un farmaco all’estero. Bisogna verificare prima di tutto che il venditore operi legalmente. E’ opportuno consultare il proprio medico o farmacista di fiducia. Non si dovrebbe mai entrare a contatto con un farmaco “sospetto”. Se il farmaco è stato assunto e sono stati riscontrati effetti diversi da quelli abitualmente notati o se la confezione appare differente rispetto a quella originale, occorre consultare immediatamente il proprio medico o farmacista di fiducia.
Cambia impostazioni privacy
Torna in alto