Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Perché non si devono mangiare i cereali a colazione? Incredibile
Cefalunews

Perché non si devono mangiare i cereali a colazione? Incredibile

Perché non si devono mangiare i cereali a colazione? Perché quelli che vengono comunemente chiamati cereali per la colazione dell’originario grano, farro, avena e altro non hanno praticamente più nulla. In tanti credono che questi prodotti siano una scelta nutriente e sana per adulti e bambini ma in realtà sono dei cibi elaborati industrialmente che contengono piccole quantità di cereali raffinati e una grande presenza di zucchero e grassi. E’ bene sapere che la raffinazione fa perdere nutrienti utili come il ferro e alcune vitamine che poi vengono aggiunti artificialmente grazie ad un processo chiamato “fortificazione”. Sugli scaffali dei supermercati l’offerta di cereali per colazione è molto vasta. La maggior parte sono arricchiti da ingredienti che ne fanno un alimento non naturale.

E’ vero che alcuni cereali per la colazione hanno ingredienti molto calorici? Alcuni cereali per la colazione possiedono ingredienti molto calorici. Per attirare il maggior numero di consumatori alcuni produttori aggiungono ingredienti molto calorici per rendere più appetibile il prodotto. In questo modo, però, si ottengono dei veri e propri dolci. In genere, infatti, vengono aggiunti lo zucchero, la frutta secca, il cioccolato. E’ bene sapere che ove non venisse aggiunto lo zucchero il prodotto potrebbe continuare ad essere ipocalorico in quanto i carboidrati dei cereali sono caratterizzati da un buon apporto energetico. In genere nei cereali per la prima colazione viene evitata l’aggiunta di additivi come coloranti o grassi.

E’ vero che in alcuni prodotti a base di cereali si trovano molti zuccheri? I prodotti a base di cereali per bambini possono essere ricchi di zuccheri. Anche se la colazione è una fonte importante di zuccheri non devono essere presenti in quantità eccessiva nei prodotti alimentari. Un consumo elevato di zuccheri, infatti, può determinare, anche nei piccoli, l’insorgenza di malattie più o meno gravi come la carie dentaria, l’obesità e il diabete. Non è possibile dire, quindi, con esattezza quale debba essere il consumo di zuccheri solo per la colazione. E’ bene sempre vivere l’equilibrio della dieta, invece, e valutare l’apporto degli zuccheri sull’intera giornata.

E’ vero che in alcuni prodotti a base di cereali vi è anche il sale? Bisogna stare molto attenti. Il sodio è riconosciuto responsabile dell’incremento della pressione arteriosa. Tutti ormai sanno come la pressione alta sia uno dei principali fattori di rischio per l’insorgenza di malattie cardiovascolari. I bambini, anche se eccedono nel consumo di sale, non corrono dei rischi immediati. L’abitudine al consumo di alimenti salati, però, conduce ad incrementare, con il trascorrere degli anni, il consumo di questo condimento. Occorre stare, quindi, molto attenti alla presenza di sodio nei prodotti a base di cereali per evitare i problemi alla salute.

Come leggere l’etichetta nei prodotti a base di cereali? Bisognerebbe stare attenti ad alcuni elementi. In cento grammi di prodotto i livelli di zucchero dovrebbero essere inferiori a 10 grammi, i grassi saturi, invece, dovrebbero essere inferiori a 1 grammo. Attenzione al sodio che non dovrebbe superare lo 0,2 grammi. In quanto alle fibre ve ne dovrebbero essere almeno 6 grammi se il prodotto è integrale in caso contrario almeno 3 grammi ove il prodotto non è integrale. Altra attenzione va prestata ad alcuni grassi. Non vi si dovrebbero trovare, infatti, i grassi idrogenati. Assenti, infine, dovrebbero anche essere coloranti e conservanti.