Caccamo ricorda Roberta: la ragazza uccisa e buttata nel burrone

Caccamo ricorda Roberta: la ragazza uccisa e buttata nel burrone. L’amministrazione comunale di Caccamo, guidata dal sindaco Nicasio Di Cola, ha ha intitolato la villa comunale alla memoria della ragazza uccisa nella notte fra il 23 e il 24 gennaio All’iniziativa ha partecipato la classe 3C dell’istituto ‘C.Barbera’ di Caccamo, con la dirigente scolastica Giusi Conti e la professoressa Enza Passafiume, docente di arte e immagine. Gli alunni hanno realizzato un murales nel parco giochi comunale che raffigura dei fiori nel ricordo di Roberta. Per il suo omicidio è stato indiziato il suo fidanzato, Pietro Morreale, in carcere con l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere. Nell’udienza di ieri a Termini Imerese l’indagato non ha parlato.