Questa categoria di limone ha pesticidi dentro: ecco di che categoria parliamo

limone

Il limone è molto conosciuto in tutto il mondo. In Italia è utilizzato fresco in cucina e nella pasticceria ma si compra anche come rimedio naturale e per la cosmetica naturale. Sulle origini del limone non si hanno molte certezze. Nell’antichità il limone era utilizzato contro le coliche, alcuni veleni e per la febbre. L’albero che lo produce è una pianta sempreverde che può raggiungere anche i sei metri di altezza. Le varietà di limone più note in Italia sono: quattro stagioni, Sorrento, zagara bianca, Amalfi, lunario e Siracusa.

La mosca della frutta è uno dei parassiti più pericolosi per il limone. Questi insetti provocano enormi danni sulle piante di limone ma anche nei suoi frutti. Le sue larve si sviluppano all’interno del limone perchè si nutrono della sua polpa e per questo scavano delle gallerie al suo interno. Contro la mosca della frutta si interviene con la prevenzione ma anche utilizzando sostanze chimiche che possono essere pericolose per la salute dell’uomo. La Minatrice è un altro parassita molto pericoloso per il limone. Il danno anche in questo caso è provocato dalle sue larve che riescono a colpire le foglie, i germogli e persino i rametti del limone.

Perchè ci sono i pesticidi nel limone? I parassiti del limone si possono combattere a livello biologico o utilizzando i pesticidi che fanno male alla salute umana. Alcune ricerche hanno scoperto che nella buccia del limone si possono trovare fino a 14 pesticidi diversi. Per questo molte volte proprie le buccie del limone non sono edibili ma non tutti leggono le etichette e così diverse persone finiscono per assumere anche queste sostanze che in alcuni casi sono anche cancerogene.

Quando si compra il limone bisogna sempre leggere la sua etichetta. Molte volte viene venduto nei supermercati con la dicitura: “buccia non edibile”. In questo caso significa che il frutto in questione potrebbe essere tossico perchè potrebbe contenere al suo interno delle tracce di pesticidi. Per renderlo in molti casi più bello ed appetibile, infatti, alcune volte viene trattato con prodotti chimici a base di antimicotici, antimuffa e pericolosi pesticidi. In questo caso il pericolo non riguarda solo la buccia ma anche la polpa del limone.

La categoria di limone che più di altre potrebbe avere pesticidi dentro è quella che arriva dall’estero. Attenzione particolare bisogna prestare verso il limone che arriva dalla Turchia perchè l’11% è stato trovato contaminato. India, Messico e Cina sono ai primi posti quali maggiori produttori di limone ma il Sudafrica è il paese che ne esporta di più rispetto alla sua produzione. Il consiglio è di stare sempre molto attenti quando si acquista il limone che arriva dall’estero perchè può avere i pesticidi.

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto