Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Ridurre l'indice glicemico: questi tre consigli ti aiutano velocemente
Cefalunews

Ridurre l’indice glicemico: questi tre consigli ti aiutano velocemente

Riuscire a controllare l’indice glicemico è il miglior modo per prevenire il diabete ma non solo. Infatti, è importante questo controllo anche per contrastare la fase di glicazione che logora il nostro organismo e favorisce l’aging. Oggi vediamo alcuni consigli a cura di Damiano Galimberti, specialista in scienza dell’alimentazione e presidente dell’Associazione Medici Italiani anti-Aging.

Esiste una apposita dieta per l’indice glicemico ed è stata creata dal medico David Jenkis all’inizio degli anni ’90 in America. “Mantenere sotto controllo – spiega Damiano Galimberti – il livello del picco glicemico di fine pasto, modulando glicemia e insulinemia, consente, tra l’altro, di attivare la formazione del glucagone, un ormone peptidico secreto dal pancreas come l’insulina”.

Ma cosa è il glucagone? Si tratta di un ormome chiave che controlla i livelli del glucosio presenti nel nostro sangue e svolge anche un’azione detox favorendo l’equilibrio tra la formazione di massa magra e grassa. Per questo motivo è molto importante sapere cosa mangiare per abbassare l’indice glicemico.

Integrale per abbassare indice glicemico

Per raggiungere il nostro obiettivo dovremmo inserire sempre del farro o della quinoa all’interno della nostra alimentazione. Questi cibi, integrali, sono ricchi di fibra idrosolubile che favorisce l’assorbimento dell’acqua e quindi la formulazione di un gel che modula il passaggio del glucosio dall’intestino al sangue. Questo processo riesce ad ostacolare i picchi di glicemia e di produzione di insulina che arrivano dal pancreas.

Ecco alcuni cibi, oltre a quelli sopra elencati, che possono tornarvi utili:

  • Farro
  • Quinoa
  • Amaranto
  • Grano saraceno
  • Kamut
  • Avena
  • Orzo

Controlla la cottura della pasta

Anche questo è un fattore molto importante da tenere sotto controllo. Infatti, l’indice glicemico cresce all’aumentare del tempo di cottura della pasta. Dovreste quindi preferire mangiare pasta al dente. Molto spesso anche il formato della pasta può incidere sul vostro indice glicemico: sapevi che gli spaghetti hanno un indice glicemico più basso della pasta corta?

Scegli bene gli orari per la cena

Scegliere il giusto orario permetterà al tuo organismo di digerire correttamente. Dovresti, sicuramente ed al 100%, evitare spuntini notturni. Essi, infatti, oltre ad aumentare le calorie (ed a disturbare il tuo sonno), appesantiscono la digestione: la tua glicemia sarà per lungo tempo alta.

Segui questi consigli per abbassare l’indice glicemico ma ricorda sempre di chiedere consiglio ad uno specialista per farti seguire nel miglior modo possibile.

Continua a leggere

Share this