Nuove immagini del Treno Armato antinave di Termini Imerese (T.A. IV 152/1/T)

Nuove immagini del Treno Armato antinave di Termini Imerese (T.A. IV 152/1/T)
Per gli appassionati di storia militare, condividiamo con vero piacere la notizia del ritrovamento di due immagini raffiguranti il Treno Armato di Termini Imerese (T.A. 152/1/T).
A segnalarcele è stato il Dott. Lorenzo Bovi del Comitato Storico dell’Associazione Culturale Lamba Doria di Siracusa, e autore insieme al Dott. Calogero Conigliaro e al Prof. Giuseppe Todaro, di “Treni armati in Sicilia. Ediz. Illustrata”.
La divulgazione delle foto è stata resa possibile grazie al Dott.  Mario Raspagliosi, Matthew Fraas (U.S. Army Transportation Museum), Ing. Leonardo Micheletti (autore del libro “Binari spezzati”).
Inoltre, un ringraziamento va anche a Света Казак per averci indicato il volume “The 727th Railway Operating Battalion in World War II”, nel quale viene mostrata la foto del T.A. 152/1/T, immortalato dagli americani nel 1943 presso la stazione ferroviaria di Termini Imerese.
In Sicilia, ottant’anni fa, nell’approssimarsi del conflitto, furono dislocati buona parte dei treni armati provenienti dalla penisola metropolitana.
Alle dipendenze dello Stato Maggiore della Regia Marina (Supermarina), tramite il Comando Militare Marittimo Autonomo della Sicilia, dell’Ammiraglio di squadra Pietro Barone, vi erano complessivamente 8 Treni Armati. Infatti, dal foglio 15709/op a cura del Comando Supremo datato 30 giugno 1943, si attesta che i treni armati della Regia Marina in Sicilia erano i seguenti:

T.A. 120/4/S a Catania.

T.A. 102/1/T a Targia (Siracusa).

T.A. 76/2/T a Licata.

T.A. 76/1/T a Porto Empedocle.

T.A. 120/3/S a Porto Empedocle.

T.A. 76/3/T a Mazzara del Vallo.

T.A. 152/2/T a Carini.

T.A. 152/1/T a Termini Imerese.

Il Treno Armato dislocato a Termini Imerese, svolse il compito di difesa antinave mobile.

Era armato con 4 pezzi da 152/40 antinave, due pezzi da 76/40 antiaerei che poi vennero sostituiti con due mitragliere da 12,2 mm antiaeree. Il T.A. fu rinvenuto dagli americani il 23 luglio 1943 quando occuparono la cittadina.
Abbiamo chiesto al Dott. Geol. Donaldo Di Cristofalo (1) del “Comitato spontaneo per lo studio delle fortificazioni militari”, di commentarci le fotografie del T.A. IV 152/1/T rinvenute.

Foto 1
La foto, di buona qualità, mostra una porzione del treno armato 152/1/T, con in primo piano un carro pezzo, cui segue un carro centrale (centrale tiro) e quindi altri due carri pezzo, Sulla sinistra si vede una piccola porzione del quarto carro pezzo.
È evidente la totale mancanza dei teloni di copertura dei carri pezzo, neanche arrotolati.
Nella foto non appare alcuna presenza umana, dando una impressione di totale abbandono.
Il pezzo da 152/40 in primo piano è brandeggiato in elevazione e con le riservette di pronto impiego vuote. Alcune delle riservette degli altri carri pezzo risultano aperte e complete dei colpi.
Gli altri due pezzi visibili appaiono in posizione di marcia, con le canne incravattate.
Le scudature dei pezzi sono diverse (più ridotte) rispetto a quelle del similare treno di Carini (152/2/T); le stesse scudature risultano tinteggiate, con un motivo mimetico a macchie più chiare rispetto al fondo.
Il telemetro sul tetto del carro centrale sembra danneggiato.

Foto 2
La foto è di inferiore qualità, non consentendo l’analisi dei particolari.
Verosimilmente scattata nella stessa occasione dell’altra, o in data vicina.
Anche qui totale mancanza dei teloni e di uomini.
Curiosamente qui il pezzo brandeggiato in elevazione è il primo (in direzione ovest), e non quello dell’altra foto. Le riservette sembrano tutte chiuse e le canne dei pezzi non sono assicurate alle cravatte.
La sagoma sullo sfondo, ancorché molto sgranata, consente di affermare con quasi certezza che si tratta dell’abitato di Termini Imerese. Il luogo, quindi, andrebbe posizionato immediatamente ad est della stazione ferroviaria.
Dietro il carro centrale quello che sembra un serbatoio idrico a fungo.
L’insieme di quanto descritto conduce a ritenere che le due foto siano state scattate dopo l’allontanamento dell’equipaggio e nell’imminenza dell’arrivo delle truppe alleate. Probabile un sia pur limitato saccheggio.

Note:

(1) Geologo, già funzionario presso il Comune di Termini Imerese (PA), appassionato di storia militare e membro del “Comitato spontaneo per lo studio delle fortificazioni militari”.

Bibliografia e sitografia
1. USA, The 727th Railway Operating Battalion in World War II. Simmons-Boardman Publishing Corporation New York 1948.
2. Giuseppe Longo 2013, Quando Termini Imerese negli anni Quaranta proteggeva le sue coste con il “Treno Armato”, Madonielive, 1 aprile.
3. Virginio Trucco, “I treni armati”, Tecnica Professionale N° 7 Luglio/Agosto 2013.
4. Giuseppe Longo 2018, Il ruolo storico ed “eroico” del Treno Armato di Termini Imerese durante la Seconda Guerra Mondiale (Luglio 1943), Cefalùnews, 27 dicembre.
5. Giuseppe Longo, 2020, “La storia dei treni armati della Regia Marina”, Cefalunews, 28 luglio.
6. Giuseppe Longo, “Il treno armato tra i due conflitti mondiali”, in “Pagine sul secondo conflitto mondiale in Sicilia e nel distretto di Termini Imerese”, Istituto Siciliano Studi Politici ed Economici (I.S.P.E.), Palermo, 2021.
7. Giuseppe Longo, 2021, “Prima Guerra Mondiale: Le navi da guerra su rotaia. L’esordio in Adriatico”, Cefalùnews, 27 novembre.
8. Lorenzo Bovi, Calogero Conigliaro, Giuseppe Todaro, “Treni armati in Sicilia”. Ediz. Illustrata, Edizioni Ardite 2022.
9. Michele Antonilli, Mario Pietrangeli, “Il ruolo delle ferrovie nella seconda guerra mondiale”, Amarganta, 2022.
10. Leonardo Micheletti, Binari spezzati. La guerra sui binari italiani dal 1940 al 1946. Pegaso, 2022.
11. Giuseppe Longo 2022, “Seconda Guerra Mondiale. La galleria ferroviaria dismessa di Termini Imerese (PA)”, Cefalunews, 16 Maggio 2022.
12. Giuseppe Longo 2022, Le corazzate ferroviarie della Regia Marina nel territorio metropolitano e il Treno Armato di Termini Imerese T.A. 152/1/T, Cefalunews, 15 giugno.
13. Giuseppe Longo 2022, L’epopea del Treno Armato di Termini Imerese (T.A. IV 152/1/T), Cefalunews, 17 giugno.

1. Foto di copertina: T.A. IV 152/1/T, Matthew Fraas (U.S. Army Transportation Museum).
2. Foto a corredo dell’articolo: T.A. IV 152/1/T, dal volume “The 727th Railway Operating Battalion in World War II”.

Giuseppe Longo

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto