Martin Scorsese in Sicilia per un docufilm sui naufragi dell’antichità

Martin Scorsese, il celebre e pluripremiato regista americano, ha scelto la Sicilia come location per il suo prossimo docufilm sui naufragi dell’antichità. Questo progetto, basato sulle ricerche dell’archeologa subacquea Lisa Briggs, docente e ricercatrice dell’Università di Cranfield in Inghilterra, promette di portare un grande ritorno d’immagine alla regione.
Il docufilm sarà coprodotto dall’assessorato dei Beni Culturali della Regione Siciliana, dalla “Sikelia Productions” di Scorsese, dalla Sunk Costs Productions, Chad A. Verdi e LBI Entertainment. Questa collaborazione sottolinea l’importanza del progetto e l’interesse internazionale per il patrimonio culturale siciliano.
«Abbiamo accolto con entusiasmo l’iniziativa – ha dichiarato l’assessore Francesco Paolo Scarpinato – mettendo a disposizione tutti i siti, i parchi archeologici e i musei di pertinenza dell’assessorato, considerata la rilevanza del progetto e il grandissimo ritorno d’immagine per la Sicilia e per il suo patrimonio culturale».
Le riprese del docufilm si svolgeranno durante l’estate, coinvolgendo diverse località della Sicilia. Oltre al Canale di Sicilia, le riprese si estenderanno nel Trapanese, inclusi il parco archeologico di Selinunte, il sito di Marsala-Lilibeo, le Cave di Cusa, Pantelleria, Marausa – noto per il recente ritrovamento del relitto “Marausa 2” – e vari musei tra cui il museo del Satiro danzante di Mazara del Vallo, il museo regionale Agostino Pepoli di Trapani e il museo archeologico regionale Salinas di Palermo.Tra le location selezionate figurano anche la Tonnara di Favignana, l’isola di Mozia, Erice e Polizzi Generosa, la cittadina d’origine dei nonni del regista. Questi luoghi, ricchi di storia e fascino, contribuiranno a rendere il docufilm un’opera di grande impatto visivo e culturale.
Altri luoghi sono ancora in corso di individuazione, a dimostrazione dell’ampiezza e della complessità del progetto. Questo docufilm rappresenta una straordinaria opportunità per la Sicilia di mostrare al mondo il proprio inestimabile patrimonio culturale e naturale, rafforzando ulteriormente la sua immagine come destinazione di eccellenza per il turismo culturale e archeologico.
La scelta di Martin Scorsese di girare in Sicilia non solo rappresenta un riconoscimento del valore storico e culturale dell’isola, ma anche un’occasione unica per promuovere e valorizzare i suoi tesori nascosti. Grazie alla collaborazione tra istituzioni locali e produttori internazionali, questo docufilm si preannuncia come un progetto di grande rilevanza e visibilità globale.

 

 

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto