Una via a Cefalù per rendere omaggio ad Angela Di Francesca

Il Comune di Cefalù ha deciso di rendere omaggio alla concittadina Angela Di Francesca, intitolando una strada a suo nome. La deliberazione della Giunta Municipale, tenutasi l’8 luglio 2024, segna un importante riconoscimento per una donna che ha dedicato la sua vita alla cultura e alle battaglie per i diritti delle donne.
La Giunta Municipale, presieduta dal Sindaco Daniele Tumminello, ha visto la partecipazione del Vice Sindaco Rosario Lapunzina e degli Assessori Laura Modaro, Antonio Franco, Tania Culotta e Salvatrice Mancinelli. La proposta, avanzata dal Responsabile del settore Servizi Demografici e Cimiteriali ed è stata approvata all’unanimità.

Chi era Angela Di Francesca

Nata a Cefalù il 4 luglio 1945 e deceduta il 28 aprile 2014, Angela Di Francesca è stata una figura di spicco nell’ambito dell’educazione e delle battaglie sociali. Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all’Università di Palermo, ha insegnato nelle scuole medie e superiori di Cefalù e Termini Imerese. Negli anni ’70, ha giocato un ruolo cruciale nel movimento per l’emancipazione femminile, fondando il circolo UDI di Cefalù e promuovendo iniziative a sostegno degli asili nido e dei consultori.
Il processo di intitolazione è iniziato l’11 ottobre 2021, quando la Commissione Comunale per la Toponomastica ha approvato la proposta di intitolare l’attuale Via B1 ad Angela Di Francesca.
La Giunta Municipale ha confermato questa decisione il 1 dicembre 2021.
Con il superamento dei dieci anni dalla morte di Angela Di Francesca il 28 aprile di quest’anno, la Giunta Municipale ha ritenuto di riproporre l’intitolazione, sottolineando l’importanza del contributo di Di Francesca non solo a livello locale ma anche regionale.
Angela Di Francesca è ricordata per il suo impegno nella lotta per le pari opportunità e contro la violenza di genere.
La sua attività ha lasciato un segno profondo nella comunità di Cefalù, che ora desidera ricordarla intitolando una via alla sua memoria. Questa iniziativa non solo rende omaggio a una cittadina esemplare, ma facilita anche la vita quotidiana dei residenti, eliminando l’ambiguità attuale della denominazione “Via B1”.
La deliberazione sarà trasmessa alla Prefettura di Palermo per ottenere l’autorizzazione definitiva, ai sensi della Legge 1188/1927.

 

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto