Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Un nuovo parco giochi per «I marmocchi di ypsigro»
Cefalunews

Un nuovo parco giochi per «I marmocchi di ypsigro»

Un nuovo parco giochi per  I marmocchi di ypsigro. Il Municipio presenta il progetto. Lo annuncia in una nota l’assessore ai servizi sociali Giuseppina Giambelluca. «La costruzione di un‘area giochi – commenta – rientra in una strategia che vede quest’Amministrazione comunale, impegnata in un percorso a sostegno dei diritti dell’infanzia, facendo sua l’adozione di piccoli passi per costruire un paese amico dei bambini. Il gioco all’aria aperta e in generale l’attività ludico-ricreativa praticata fuori casa, non solo giova all’equilibrio psico-fisico dei bambini, stimola la loro creatività e facilita la socializzazione ma è una sana abitudine che comporta tanti benefici per il benessere dei più piccoli e, in fondo, anche degli adulti. Nell’era dei videogames, dei social network, la propensione ad uscire diminuisce drasticamente, trascorrere del tempo libero in spazi aperti e verdi aiuta i bambini a scaricare lo stress, le tensioni e le frustrazioni accumulate durante il giorno, favorendo il riposo e il sonno durante le ore notturne». Primo passo è stato l’individuazione di un’area idonea al progetto. Dopo diversi confronti con l’ufficio tecnico del Comune, è stato individuato il giardino di palazzo Failla, il quale possiede le caratteristiche necessarie per realizzare un’area dedicata ai bambini. «L’amministrazione, facendosi garante dell’attuazione di iniziative che coinvolgano i singoli cittadini e le associazioni no profit per attivare dei tavoli di lavoro con chi, condividendo l’iniziativa, metterà a disposizione il proprio tempo e le proprie risorse anche professionali in forma gratuita, disponibili anche a collaborare per organizzare eventi solidali finalizzati a raccogliere i fondi necessari per la realizzazione del parco». L’incontro per la presentazione del progetto si terrà il 14 marzo alle ore 17,00 presso il Comune nella stanza della Giunta comunale.