La Primavera della Mobilità Dolce va a lezione di Ferrovie

A Volandia – Museo del Trasporto Europeo Francesco Ogliari, l’Istituto Tecnico Professionale Statale “Teucci – Cheli” Trasporti e Logistica di Arezzo, svolgerà dal 9 al 19 marzo uno stage teorico pratico per la “Sezione Ferroviaria e Aeronautica”. In merito alla sezione ferroviaria riportiamo nella tabella, il programma delle importanti conferenze. Inoltre, durante le attività è stata prevista (nelle ore pomeridiane) una fase pratica con interventi di restauro delle locomotive e i locomotori del Museo del Trasporto Europeo; quest’ultimo, ubicato all’interno del Museo Aeronautico Volandia, a Case Nuove di Somma Lombardo (VA), nei pressi dell’aeroporto Milano Malpensa).

Info:

www.mobilitadolce.it

 

 

La nuova Alleanza per la Mobilità Dolce. 32 associazioni in rete per chi cammina, pedala ed usa ferrovie turistiche

«Durante la settimana europea della mobilità sostenibile 2017 è nata la nuova Alleanza della Mobilità Dolce con la firma di un Protocollo e di un Manifesto da parte delle principali associazioni italiane, presentata a Pesaro il 16 settembre 2017 sui temi del paesaggio, della mobilità dolce, del turismo sostenibile e del viaggio slow.

L’Alleanza per la Mobilità Dolce è una piattaforma di realtà italiane della società civile che si propongono di operare insieme per migliorare l’offerta e le politiche dedicate a chi cammina, pedala ed usa ferrovie turistiche nel paesaggio italiano, promuovendo la creazione di una rete dolce per ogni utenza di viaggiatori e viaggiatrici, integrata con il trasporto collettivo, attraverso la riqualificazione e l’adeguamento del patrimonio esistente e la cura del paesaggio storico, dedicando attenzione alla tutela dell’ambiente, alle vocazioni del territorio, all’abbattimento delle emissioni inquinanti e al benessere e alla salute dei cittadini

È costituita da 22 associazioni promotrici: tra cui Touring Club, Italia Nostra, Federazione Italiana Ferrovie Turistiche e Museali, Rete dei Cammini, Associazione Italiana Greenways, UTP Assoutenti, Kyoto Club, ARI Randonneur, Legambiente, FederTrek, WWF Italia, Iubilantes, AIPAI, Borghi Autentici d’Italia, Terre di Mezzo, Città Slow, AEC, AIAPP, FederParchi, Associazione Guide Escursioniste ed Ambientali, Associazione In_loco_Motivi, Associazione Italiana Turismo Responsabile.

A queste si sono aggiunte 10 associazioni aderenti, tra cui FIE, Comitato per la riapertura della Scicignano Lagonegro, Associazione Comuni Virtuosi, Napoli Pedala!, AIG, AICS, MTB Spoleto, Trandolomites, Associazione Sardos.

Ambizione delle Associazioni che costituiscono l’Alleanza è far crescere la cultura della mobilità dolce in Italia, in particolare nelle aree protette, far dialogare tra loro i diversi punti di vista, promuovere azioni comuni come il mese della mobilità dolce e la annuale maratona ferroviaria in luoghi simbolici e significativi, ottenere risorse, norme e progetti concreti da realizzare nei territori, dove vi sono tante vertenze ed idee per valorizzare la bellezza e le economie locali.

Obiettivo prioritario dell’Alleanza è la crescita della cultura, l’approvazione concreta delle norme, come il provvedimento per la Mobilità Ciclabile approvato a gennaio 2018. E la legge per le Ferrovie Turistiche divenuto legge ad agosto 2017, che prevede la messa a valore di ben 18 tratte storiche – a cui altre dovranno aggiungersi – o come il piano straordinario della Mobilità Turistica approvato da MIBACT e MIT. E su cui adesso l’Alleanza AMODO è impegnata insieme a FIFT per la sua concreta attuazione presso il Ministero, le Regioni e dil parlamento».

Tratto dal sito Mobilità Dolce

 

Giuseppe Longo
[email protected]
@longoredazione

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto