A Cefalù il Pride si tinge di poesia

Il Pride a Cefalù quest’anno si veste di poesia per sostenere i diritti di genere. Dopo il successo della mostra fotografica che lo scorso anno ha animato il viale principale della città normanna, l’iniziativa torna con un nuovo progetto di sensibilizzazione.
L’amministrazione comunale ha installato una serie di pannelli lungo l’arteria principale di Cefalù. Questi pannelli riportano poesie che celebrano e promuovono i diritti di genere, creando un percorso culturale ed educativo per cittadini e visitatori.
Un pannello speciale è dedicato a Luigi Carollo, storico attivista palermitano per i diritti di genere, recentemente scomparso. Questo tributo ricorda l’importante contributo di Carollo alla causa e il suo impegno incessante.
L’inaugurazione dell’installazione poetica è prevista per venerdì 28 giugno alle ore 18.30 presso la villa comunale. La data non è casuale: il 28 giugno è infatti il giorno simbolo dei moti di Stonewall, che nel 1969 a New York segnarono l’inizio del movimento per la difesa dei diritti di genere.
I pannelli, che ospitano versi di celebri poeti come Pasolini, Paul Verlaine e Walt Whitman, resteranno esposti per tutto il mese di luglio. Questo progetto mira non solo a sensibilizzare, ma anche a offrire un momento di riflessione attraverso la bellezza della poesia.Un Impegno Costante per i Diritti
“Cefalù è da sempre una città che rispetta i diritti di tutti e li promuove, come nel caso del Pride, all’insegna della libertà di ciascuno,” dichiarano il sindaco Daniele Tumminello e l’assessore alle Politiche Sociali, Laura Modaro.
Con questa iniziativa, Cefalù conferma il suo impegno nella promozione dei diritti di genere, utilizzando l’arte e la cultura come strumenti di sensibilizzazione e inclusione.

 

 

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto