Petralia Sottana, seminario CAI sul catasto nazionale dei sentieri

Il 16 giugno 2024 si è svolto presso l’aula consiliare del Comune di Petralia Sottana un importante seminario di perfezionamento organizzato dal CAI (Club Alpino Italiano) e rivolto al Catasto Nazionale dei Sentieri. L’incontro ha visto la partecipazione di un esperto della materia proveniente da Lagonegro, ed è stato dedicato alle sezioni madonite del CAI di Petralia Sottana, Cefalù e Polizzi Generosa, che hanno avviato il percorso formativo da tempo.

L’evento ha registrato la presenza attiva dei soci del CAI della Sezione di Cefalù e della Sezione delle Madonie di Petralia Sottana. Questo seminario è parte integrante delle attività promosse dal protocollo nazionale tra il Ministero del Turismo e il CAI – Club Alpino Italiano, recentemente rinnovato dal presidente generale Antonio Montani. L’obiettivo principale del protocollo è di caricare sulla piattaforma nazionale OSM2Cai la rete sentieristica italiana. Questa piattaforma, basata su OSM (OpenStreetMap), è una risorsa opensource su cui lavora la SOSEC (SO Sentieri e Cartografia), diretta da Alessio Piccioli.

La piattaforma OSM2Cai offre a tutti i cittadini escursionisti la possibilità di accedere a una mappa dettagliata e aggiornata della rete sentieristica, migliorando la sicurezza e la consapevolezza nelle attività outdoor. Questo progetto ha già raggiunto risultati significativi in molte zone del territorio nazionale, contribuendo a valorizzare e a rendere più fruibili i percorsi escursionistici.

Durante il seminario, è stato trasmesso il saluto del presidente della sezione di Petralia Sottana, Giuseppe Carapezza, che non ha potuto partecipare di persona. È stato inoltre espresso un sentito ringraziamento al Comune di Petralia Sottana e al suo Sindaco, per la disponibilità e la collaborazione nell’organizzazione dell’evento. Questo incontro rappresenta un passo importante verso il perfezionamento della gestione e della promozione della rete sentieristica nazionale, confermando l’impegno del CAI nel rendere le escursioni in montagna più sicure e accessibili a tutti.

 

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto